Alptransit e la nuova fiction SSR "Gottardo" fanno centro

Gli ascolti sono stati straordinari anche nel resto della Svizzera: complessivamente Gottardo ha riunito davanti al televisore quasi 1 milione e mezzo di persone

mercoledì 14/12/16 08:14 - ultimo aggiornamento: giovedì 15/12/16 09:46

La RSI ha offerto in diretta al pubblico della Svizzera italiana il racconto di tre eventi che hanno segnato la storia regionale e nazionale permettendo così di viverli anche a quanti non potevano parteciparvi sul posto.

L’entrata in servizio della Galleria ferroviaria di base del San Gottardo, l’inaugurazione della nuova Stazione FFS e quella della funicolare di Lugano hanno catalizzato l’interesse del pubblico che, grazie alla RSI, ha seguito la giornata in diretta radiofonica, televisiva e online.

Oltre 23’000 persone (pari al 40.8% di share) hanno guardato, domenica mattina tra le 11.15 e le 12.30, la telecronaca da Lugano. Altre migliaia erano sintonizzate sulla mattinata radiofonica proposta da Rete Uno.

Ascolti ugualmente alti per le rubriche informative regionali: Il Quotidiano di domenica sera ha raggiunto una quota di mercato del 59%, pari a 65'000 persone.

La due giorni era caratterizzata inoltre dalla diffusione della fiction storica coprodotta dalla SSR Gottardo. Nonostante fosse già stata proiettata all’ultimo Festival del film Locarno, è stata seguita, nella sola Svizzera italiana, da una media di oltre 52'000 persone, con una quota di mercato che ha sfiorato, nella seconda puntata, il 40%.

Gli ascolti sono stati straordinari anche nel resto della Svizzera: complessivamente Gottardo ha riunito davanti al televisore quasi 1 milione e mezzo di persone a riprova dell’importanza del Servizio pubblico radiotelevisivo in termini di coesione ed avvicinamento tra tutte le componenti del nostro Paese.

Comunicazione@rsi.ch

Lugano, 13 dicembre 2016

 

Vai al portale media RSI