LAC e RSI, un accordo per promuovere la cultura

giovedì 11/05/17 10:46 - ultimo aggiornamento: mercoledì 20/09/17 11:17

Lugano/Comano, giovedì 11 maggio 2017

Valorizzare le rispettive offerte e contribuire all’arricchimento della vita culturale della Svizzera  italiana: questi gli obiettivi principali dell’accordo di collaborazione siglato nei giorni scorsi da RSI e  LAC. La collaborazione fra la radiotelevisione di servizio pubblico e la maggiore realtà culturale della  regione si traduce nell’ufficializzazione del ruolo di Host Broadcaster che la RSI svilupperà nel corso delle prossime due stagioni per una serie di proposte selezionate insieme al LAC e i suoi partner artistici.

“Un ruolo – ha dichiarato Maurizio Canetta, direttore RSI – che comporta in primo luogo l’impegno e l’obiettivo di estendere il più possibile la platea del LAC, permettendo la diffusione della sua offerta ben oltre i confini delle sue sale grazie a tutti i nostri vettori: dalla TV alla radio, dall’online ai social media”.

“L’accordo siglato – ha commentato a sua volta Michel Gagnon – è in linea con il nostro obiettivo di fare del LAC un luogo aperto, attento alla comunità, per tutti, permettendoci di essere più vicini alla popolazione e coinvolgendola ulteriormente nel progetto. È una collaborazione che abbiamo già sperimentato con piena soddisfazione in occasione del concerto inaugurale: oltre al pubblico presente in sala, abbiamo raggiunto a casa il resto della popolazione della Svizzera italiana e numerosi ascoltatori-spettatori in Svizzera e in Europa, grazie al circuito Eurovisione e Euroradio. Quest’ultima opportunità riveste grande importanza per una realtà nuova, in crescita e dal respiro internazionale come il LAC”.

LAC e RSI saranno impegnati fianco a fianco già la prossima domenica 14 maggio durante i Concerti per famiglie dell’OSI organizzati in collaborazione con LAC edu. La replica delle ore 17:00 sarà infatti trasmessa in diretta televisiva su RSI LA 1. Il tradizionale appuntamento concertistico in occasione della Festa della mamma, che quest’anno vede l’orchestra impegnata nell’esecuzione della musica di Mendelssohn ispirata al Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, è l’occasione per dare vita ad una vera e propria festa per tutti, scandita dai ritmi musicali ma anche da giochi mimici e dalla magia. La diretta televisiva permetterà anche alle famiglie che non hanno trovato posto in sala di poter assistere al concerto-spettacolo creato appositamente per i più piccoli e avvicinarsi alla musica in modo diverso e divertente.

 

LAC Lugano Arte e Cultura

Ufficio Comunicazione

 

Vai al portale media RSI