Contenuti in evidenza

Tutti

EVERYBODY SUCKS

La scena musicale svizzera non ha ancora finito di sorprendere. Alzate il volume: l’album di esordio di questo gruppo è travolgente!

Cult+ Nobody Reads 1

Credits: Claudia Quadri e Gioele Di Stefano

Si sono conosciuti nel 2013. Sono una giovane band svizzero-canadese, con una spruzzatina di Giamaica, Scozia e altro ancora… Sono in tre: voce, chitarra e percussioni. Sarah Reid, cantante e autrice, ha iniziato cantando in chiesa. Si mormora che solo uno di loro sappia leggere una partitura – e forse per questa ragione si chiamano Nobody Reads… O forse no, come si scopre nell’intervista. Ma sono bravi, eccome se lo sono!

«Tutto è iniziato con Michael Jackson»

Sarah Reid, Nick Nobody e Florian Haas-Schneider: sono i tre Nobody Reads. Fino al mese di marzo del 2017, per sentirli bisognava andare fino a Basilea –  dove si sono fatti le ossa – e noi ci siamo andati. Ma il gran giorno è arrivato: il loro primo album è pronto e in circolazione, si chiama Everybody sucks...

Scavando nelle faccende private dei Nobody Reads, si scopre che ad annodare le fila dei loro destini musicali è stato addirittura Michael Jackson.

«Da Presley a Tarantino»

Da Elvis Presley a Tarantino, dai drammi familiari potenzialmente letali alle storie d’amore, dalle separazioni alle conversazioni con la propria mente: nel primo album dei Nobody Reads ci sono otto brani e tanti temi, tanti generi musicali. E poi emozioni, carattere e talento: Everybody sucks vi stupirà. Un esempio? The Cowboy Song è un dialogo tra due amici alle prese con una vicenda che grida vendetta. Bisogna premere il grilletto, come dice il protocollo del West, e poi scuotersi la polvere dagli stivali? Morale e tradizioni che ricadono di generazione in generazione: un tema caldo. Come una pallottola. Quante sorprese nell’album di esordio di questa band targata Svizzera/Canada!