Seguici con
(RSI/Daulte)

martedì 28/01/14 15:38 - ultimo aggiornamento: venerdì 18/04/14 17:09

Quadro legale

Costituzione, Concessione, Leggi

La legislazione sulla radiotelevisione

L’attività della SRG SSR, di cui la RSI è una delle unità aziendali, si fonda sull’articolo 93 della Costituzione federale del 18 aprile 1999, sulla Legge federale sulla radiotelevisione (LRTV) del 1. aprile 2007, sull’Ordinanza sulla radiotelevisione (ORTV) del 1. aprile 2007 e sulla Concessione SSR del 28 novembre 2007, entrata in vigore il 1. gennaio 2008 e aggiornata il 1. novembre 201 1.

La costituzione federale

L’articolo 93 della Costituzione federale stabilisce che la legislazione sulla radiotelevisione è di competenza della Confederazione. La radio e la televisione
debbono contribuire all’istruzione e allo sviluppo culturale, alla libera formazione delle opinioni e all’intrattenimento. Debbono, inoltre, tenere conto delle particolarità del Paese e dei bisogni dei Cantoni, presentando gli avvenimenti in modo corretto e riflettendo la pluralità delle opinioni.
La Costituzione federale garantisce l’indipendenza della radio e della televisione, nonché la loro autonomia nella concezione dei programmi. La Costituzione
prevede, quale ente di controllo e di istanza competente, un’Autorità di ricorso indipendente in materia radiotelevisiva (AIRR), svincolata dalle autorità e dal Parlamento.

La Legge federale sulla radiotelevisione
e l’ordinanza sulla radiotelevisione

La Legge sulla radiotelevisione fissa il mandato, la diffusione, l’organizzazione e il finanziamento della SSR. Secondo la Legge federale sulla radiotelevisione
(LRTV) e l’Ordinanza sulla radio-televisione (ORTV), la SSR adotta un’organizzazione tale da assicurare la propria autonomia e indipendenza, una gestione efficace, il rispetto delle aspirazioni delle regioni linguistiche, una direzione e un coordinamento nazionali; la rappresentanza del pubblico nell’organizzazione, una gestione conforme ai principi del diritto in materia di società anonima.

Chi vuole ricevere le reti radiotelevisive è assoggettato al pagamento del canone il cui ammontare è stabilito dal Consiglio federale, considerando:

• il fabbisogno per finanziare i programmi
e le ulteriori offerte editoriali della SSR
• il sostegno delle reti titolari di una concessione
• i compiti connessi alla riscossione del canone,
come pure all’applicazione dell’obbligo di
annunciarsi e di pagare il canone
• il sostegno alla Fondazione per la ricerca
sull’utenza radio-televisiva
• la creazione di reti di trasmettitori nell’ambito
dell’introduzione di nuove tecnologie.

La concessione SSR
La Concessione precisa il mandato che la SSR deve adempiere con tutte le sue reti radio-tv e con le “ulteriori offerte editoriali”.
Nel campo della radio la SSR allestisce:

• tre reti per ciascuna delle regioni linguistiche
italiana, tedesca e francese, nonché una rete in
romancio
• due reti musicali, una nella Svizzera tedesca
e una nella Svizzera francese contenenti spazi
della programmazione di base (“programma
di base”)
• una rete dedicata ai giovani nella Svizzera
tedesca
• tre reti musicali tematiche che trasmettono
musica classica, jazz e pop
• una rete d’informazione continua in tedesco
• una rete nazionale in lingua inglese

Per quanto riguarda la televisione la SSR allestisce:

• due reti per ciascuna delle regioni italiana,
tedesca, francese, nonché trasmissioni in
romancio
• una rete in tedesco che propone repliche
• una rete per lingua (italiano, tedesco e francese)
su internet che offre informazioni d’attualità
e annuncia i programmi
• una rete plurilingue in qualità HDTV

L’offerta online della SSR comprende:

• contributi multimediali in relazione con
i programmi
• analisi e informazioni sulle trasmissioni
• informazioni di base in relazione con le trasmissioni
di educazione
• forum e giochi associati con le trasmissioni
• un servizio online plurilingue per l’estero

La Concessione stabilisce inoltre che la SSR,
per mezzo dei suoi programmi e della sua offerta
editoriale contribuisce:

• alla libera formazione delle opinioni presentando
un’informazione completa, diversificata e fedele
in particolare sulla realtà economica, politica
e sociale
• allo sviluppo della cultura e al rafforzamento dei
valori culturali del Paese considerando con particolare
attenzione letteratura, musica e cinema
svizzeri
• all’educazione del pubblico, in particolare trasmettendo
programmi dai contenuti istruttivi
• all’intrattenimento.

La Concessione