Buongiorno svizzera

Regia di Giovanni Invernizzi, conduce Rachele Bianchi Porro, la produzione è di Michael Beltrami e Consuelo Marcoli.

Partire è un po’ morire, recita un detto popolare. Abbandonare tutto: le certezze, gli affetti, i propri riferimenti culturali e sociali per trasferirsi altrove, chi per sfuggire a guerre e povertà, chi per scoprire nuovi orizzonti, chi più semplicemente spinto dalla voglia di avventura. È la storia che accomuna i migranti di ogni epoca, di ogni luogo, da quanti hanno lasciato il nostro Paese nel passato a coloro che scelgono oggi la Svizzera come terra d’immigrazione. E simbolicamente, con il nuovo ciclo di Buongiorno Svizzera, anche noi ci incammineremo per le strade della Svizzera italiana per raccontare e riflettere con ospiti e documentari su un tema che tanto divide e fa discutere, quale la presenza straniera nel nostro paese.

Cinque episodi, in onda a partire dal 21 maggio su RSI LA 1 dalle 20.40, che prenderanno spunto da un racconto a puntate, in cui narrano e si intrecciano le vicende di alcuni immigrati, appena giunti nel nostro Paese. Protagonisti di questa serie di documentari, realizzata per la seconda volta a livello nazionale (e a cui partecipa anche il regista ticinese Stefano Ferrari), sono una giovane coppia francese, una donna portoghese, da poco divorziata, una famiglia di profughi siriani e una coppia indiana con la loro figlioletta. Le loro speranze, i loro sogni, le loro delusioni, ma anche lo stupirsi e l’interrogarsi su modalità e consuetudini che rimandano alla nostra “svizzeritudine” saranno oggetto di discussione per la conduttrice Rachele Bianchi Porro e i suoi ospiti.

Nella prima puntata di Buongiorno Svizzera saremo in Val di Blenio, luogo che, come le altre vallate della Svizzera italiana, in passato è stato fortemente segnato dall’emigrazione. A commentare il primo documentario e a riflettere su quando a partire eravamo noi, ci saranno Claudio Taddei, artista e cantautore, il cui passato e presente parlano di emigrazione, e Tarcisio Cima, originario della valle e da sempre legato ai problemi delle regioni periferiche. Poi di settimana in settimana ci sposteremo verso destinazioni diverse, con nuovi ospiti per approfondire altre tematiche legate al fenomeno migratorio. Buongiorno Svizzera, un modo insomma per ricordarci che il mondo è sempre in cammino. La regia è di Giovanni Invernizzi, conduce Rachele Bianchi Porro, la produzione è di Michael Beltrami e Consuelo Marcoli.

Guarda le puntate su Play RSI


In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
20:40
Seguici con