FALÒ LAGHI PRIVATI 22.09.2016
martedì 20/09/16 00:00

Laghi privati

di Valerio Selle

Ceresio: 70%. Verbano: 60%. Altri laghi svizzeri: 75%. I tre quarti delle rive dei laghi svizzeri sono in mani private, un’anomalia, che ora, almeno in parte  si vorrebbe correggere. Solo circa il 30% delle sponde naturali è accessibile al pubblico. Una situazione problematica, che si trascina da anni, spesso non conforme alla legge sul demanio. Adesso però associazioni ambientaliste e autorità politiche pensano ad interventi concreti. Un’iniziativa federale per “liberare” le rive e permettere a tutti almeno di passeggiare attorno ai laghi verrà prossimamente lanciata, mentre, in vari cantoni, tra cui il Ticino, si ipotizzano passerelle sull’acqua e rive artificiali per restituire alle gente un bene pubblico. Falò è andato alla scoperta dei “laghi privatizzati” tra pescatori e bagnanti, tra lidi privati  e progetti di percorsi sull’acqua.

Ospite in studio Claudio Zali, direttore del Dipartimento del territorio del Canton Ticino.

Commenti (26)

Commenti conclusi!

Non è piu possibile aggiungere commenti.

panino e soldino?energia pulita idroelettrica?bene.altermative?nucleare no,carbone no .E allora?

è piu` importante che ci siano trote di misura oppure produrre energia pulita? Salvaguardare il parcogiochi dei pescatori o salvaguardare il pianeta?

c e chi ruba l`acqua pubblica anche nel 2016

La malagestione e un regolamento inadatto hanno contribuito in maniera pesante all`impoverimento della fauna ittica anche nei tratti di fiume non toccati dal problema dei deflussi. É ora di guardare fuori dal Ticino come si deve gestire la pesca sportiva.

Premetto preferisco la montagna al lago,ma perche gli abusi mostrati sui rustici si parla di abbattere a destra e a manca...ma per gli abusi al piano e non solo in riva al lago non si fa niente,una legge due pesi!!!

Ma è mai possibile che un centro evangelico sia cosi aperti cone dice sempre la chiesa...egoisti!!!

chi paga le passerelle, PAPERONE ciao Elio

Aprire le sponde dei laghi è una bella cosa, ma siamo sicuri che sia un bene per flora e fauna??

Voi fate vedere i cartelli ai passaggi pubblici al lago nel gambarogno... ma non riuscite a vedere che a 20 metri da quel cartello c'è il lido di magadino? Ce ne sono moltissime di spiagge pubbliche nel gambarogno, e dal vostro servizio sembra ci siano solo zone private e non è assolutamente vero!!

Sono completamente daccordo di liberare Le spiagge pubbliche, ma è anche Vero cheil demanio cantonale incassa diverse migliaia di franchi. La domanda è veramente interesse del cantone rinunciare a questa entrata? Se si perdono questi importi dove si recuperano?

Dalla sua nascita e per diversi anni il Centro sportivo nazionale per la gioventù di Tenero, spiaggia compresa, era off limits. Oggi è un grande spazio fruibile da chiunque. La Confederazione ha capito l'esigenza di abbattere le barriere, i Comuni poco o nulla. Per non infastidire gli intoccabili buoni contribuenti!

permessi concessi.soldi incassati e si piange sul latte versato?

I rustici dobbiamo ripristinarli al loro stato originale e le rive????????? Assurdo

Fortunatamente esistono ancora esempi positivi di comuni che promuovono l'accesso delle rive! È il caso di Minusio che ha di recente bonificato una vasta area a margine della riva, garantendo l'accesso al lago a tutta la popolazione, come per altro già avviene in buona parte del medesimo comune.

Per prima cosa si dovrebbe far sgomberare i vari campeggi in riva ai laghi! Vedi ,Tenero.. Agno ..ecc

Mai come oggi apprezzo le rive di Tenero e la bella strada rossa o il giro del golf di Ascona!

cosa puo fare un cittadino qualunque per aiutare chi si batte per ridare ai loro proprietari(NOI) le rive dei laghi?

sono nata a Melano sul lago 44 anni fa e la situazione era la medesima. Accesso al lago solo ai ricchi possessori di ville. Nulla è cambiato. Ministro Zali può preventivare il cambiamento in che termine di tempo? Grazie

: riva san vitale ha acquistato circa 5000 mq di terreno a lago rendendoli pubblici ! Saluti fausto medici sindaco

ciao sono Elio prima di tutto quelli con i soldi fanno quello che vogliono, e anche a BELLINZONA bisogna mettere le persone giuste al posto giusto non andare a uffa ciao

Pescatori a riva con motori che inquinano. Molto incoerente.Inoltre va tenuta per legge una distanza di sicurezza da chi nuota lungo le rive. In quanto al demanio lo si paga profumatamente!! Un` abitante del lago.

bellissima idea ma come mai questa soluzione arriva solo per grandi lavori visto che il mendrisiotto non ha più depositi di inerti da molto tempo non si potrebbe attivare questa soluzione indipendentemente dai grandi cantieri. Grazi nicola

sono nata a Melano sul lago 44 anni fa e la situazione era la medesima. Accesso al lago solo ai ricchi possessori di ville. Nulla è cambiato. Ministro Zali può preventivare il cambiamento in che termine di tempo? Grazie

Falò bellissima idea ma come mai questa soluzione arriva solo per grandi lavori visto che il mendrisiotto non ha più depositi di inerti da molto tempo non si potrebbe attivare questa soluzione indipendentemente dai grandi cantieri. Grazi nicola

Falò bellissima idea ma come mai questa soluzione arriva solo per grandi lavori visto che il mendrisiotto non ha più depositi di inerti da molto tempo non si potrebbe attivare questa soluzione indipendentemente dai grandi cantieri. Grazi nicola

X la Pesca : Luechinger ha spinto Regazzi ad inoltrare una mozione per la reintroduzione di ami con ritegno nei fiumi Ticinesi. Ottimo esempio di malagestione! Deve andarsene e subito! La Pesca in Ticino é in mano alle persone sbagliate !

Falò, giovedì 17 agosto ore 21:05

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
21:10
Seguici con