Il leader nordcoreano non intende abbandonare i programmi bellici (keystone)

"Sanzioni illegali e malefiche"

La Corea del Nord respinge la risoluzione ONU e annuncia di non voler interrompere gli investimenti militari

mercoledì 13/09/17 07:10 - ultimo aggiornamento: mercoledì 13/09/17 07:14

La Corea del Nord ha fatto sapere, mercoledì, che intende intensificare e accelerare i suoi programmi militari “vietati”. Questa la risposta alle “malefiche” sanzioni votate all’unanimità dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite solo 24 ore prima.

“L’adozione di un’altra risoluzione con sanzioni illegali e malefiche pilotata dagli Stati Uniti, consente alla Repubblica popolare democratica di Corea di ritenere che la via imboccata è quella giusta e che la stessa non sarà abbandonata”. Questo, in sintesi, quanto ha affermato il Ministero degli esteri di Pyongyang, ripreso dall’agenzia di stampa nazionale nordcoreana. “La Corea del Nord raddoppierà gli sforzi per aumentare il suo potenziale bellico per proteggere la sovranità del paese”.

Rincarando la dose, il ministro degli Esteri di Pyongyang ha aggiunto che: “La nuova risoluzione ONU è null’altro che un’odiosa provocazione che mira a privare il paese dei suoi diritti all’autodifesa e di soffocare lo Stato e la sua popolazione con un blocco economico totale, del tutto inaccettabile”.

ATS/AFP/Swing

Seguici con