I costi di produzione devono poter essere imputati ai consumatori finali (keystone)

Energia, i costi ai consumatori

Le imprese elettriche, sostengono gli Stati, devono poter ripercuotere i costi di produzione sulle economie domestiche

mercoledì 13/09/17 10:41 - ultimo aggiornamento: mercoledì 13/09/17 11:09

Le imprese elettriche devono di nuovo poter ripercuotere integralmente i costi della loro produzione sulle economie domestiche. Lo ha ribadito, con 28 voti contro 12 e 4 astenuti, il Consiglio degli Stati nell'ambito del progetto sulla trasformazione e l'ampliamento delle reti elettriche.

È stata così  mantenuta la decisione di abolire il cosiddetto "metodo del prezzo medio". Esso prevede che l'utile che il gestore della rete trae dall'accesso al mercato (acquistando per esempio elettricità a basso costo alla borsa dell'energia) venga ridistribuito ai consumatori finali.

Con l'abolizione del "metodo del prezzo medio" le economie domestiche dovranno sopportare tutti i costi della produzione. Il Tribunale federale aveva vietato questa pratica, ha sottolineato invano la consigliera federale Doris Leuthard. La Camera dei cantoni giustifica la decisione con la volontà di rafforzare la posizione dei gestori delle reti di distribuzione che producono autonomamente elettricità, a partire da energia idroelettrica in particolare. Il progetto ritorna quindi al Consiglio nazionale.

ATS/Swing

Seguici con