Giulia Fretta (RSI)

È morta Giulia Fretta

La giornalista, produttrice e scrittrice aveva 63 anni

domenica 02/08/15 14:45 - ultimo aggiornamento: domenica 02/08/15 21:02

Giulia Fretta, giornalista, produttrice e scrittrice familiare a generazioni di svizzero italiani per aver condotto il Telegiornale a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, è morta improvvisamente domenica mattina all’età di 63 anni. Lascia il marito e il figlio.

La collega, nata in provincia di Mantova, si era formata negli Stati Uniti per poi laurearsi in lingue alla Statale di Milano, dopo esperienze in URSS e in Germania. Nel 1982, dopo una breve attività come insegnante di inglese e come traduttrice alla Mondadori, era entrata all'allora Televisione della Svizzera italiana occupandosi di traduzioni, prosa e testi teatrali.

Il passaggio al giornalismo avvenne nel 1984. Dapprima tramite collaborazioni con il telegiornale che aveva la redazione a Zurigo, poi quale redattrice a tempo pieno, inviata e presentatrice dal momento del trasferimento a Comano.

 

Nel 1996 nuova svolta nella carriera professionale di Giulia Fretta che è stata anche presentatrice del Festival di Locarno. Lascia l'informazione per approdare al Dipartimento dell'approfondimento dove per breve tempo conduce "Millefogli" e successivamente il settimanale di prima serata "Era Ora". Nel 1998 le viene affidata la responsabile del Parlato di Rete 2 e nel 2004 la produzione fiction della TSI. Quattro anni dopo giunge infine la nomina a capo dell'area Drama RTSI, funzione che ha svolto fino al pensionamento alla fine del 2011.

Giulia Fretta (©Ti-Press)

 

Tra i suoi ultimi lavori la realizzazione del libro-intervista a Giorgio Noseda "L'occhio che ascolta. Medicina ed empatia" uscito lo scorso anno. Sempre nel 2014 Giulia Fretta era entrata a far parte del comitato dell'Associazione scrittori della Svizzera italiana (ASSI).

Diem

Dal TG20:

 

Rete Due ricorda Giulia Fretta