Da Losanna è arrivato lo stop al progetto (keystone)

Il TF boccia Obersaxen e TRAM

Mon Repos ha dato ragione a ProNatura: annullata la licenza edilizia per il grande complesso turistico

giovedì 20/04/17 20:35 - ultimo aggiornamento: giovedì 20/04/17 20:35

Obersaxen non avrà il suo nuovo complesso turistico da un milione e mezzo di franchi. O almeno non per ora. Il Tribunale federale ha infatti dato ragione a ProNatura, che si era opposta alla costruzione, annullando la licenza edilizia.

Comune e Tribunale regionale amministrativo (TRAM) avevano dato il via libera alla realizzazione della nuova struttura turistica in sostituzione dell'attuale Bike-Hotel e ristorante. Un immobile quest'ultimo che, secondo il progetto, doveva essere abbattuto per far spazio a una costruzione di tre piani comprendente 16 case di vacanza sfruttate a scopi turistici, nonché varie zone di ristorazione, wellness, fitness, sale riunioni e naturalmente parcheggi. Il tutto su una superficie, situata fuori dalla zona edificabile, di 2’264 metri quadrati, ovvero il 30% maggiore rispetto a quella attualmente occupata dal Bike-Hotel.

Troppo secondo i giudici di Losanna che hanno così dato ragione all’associazione ambientalista. La decisione è stata motivata affermando che, anche se la legislazione sulla pianificazione territoriale permette in casi specifici degli ampliamenti per gli immobili situati fuori zona edificabile, questi non possono essere superiori a 100 metri quadrati. Mentre in questo caso si sono addirittura superati i 500.

La licenza edilizia è stata annullata senza nemmeno rimandare il dossier al TRAM grigionese per un'eventuale correzione. La palla torna ora nelle mani degli investitori che, oltre ad aver perso la possibilità di realizzare il progetto, dovrà accollarsi anche oltre 16mila franchi tra spese di giustizia e ripetibili.

 

Grigioni Sera/dielle

Seguici con