Il progetto ReDraw con Mustapha Ait Bennasser — di Fabio Salmina

Musti, chitarrista dei ReDraw

Storia di un ragazzo che da Marrakech è arrivato a Contone e innamorato di musica e "Black magic woman"

sabato 04/03/17 06:00 - ultimo aggiornamento: giovedì 11/05/17 18:18

Artisticamente parlando è noto come Steve Nasserson, chitarrista dei ReDraw, band ticinese che ha scelto come stile musicale il thrash metal in chiave old style, ma molto contaminato da generi più attuali come il Cross over e il Rap. Lui, però, si chiama Mustapha Ait Bennasser, detto Musti, nato a Marrakech e ora domiciliato, da anni, a Contone. È lui il musicista che, nel suo viaggio nell'underground musicale della Svizzera italiana, ha incontrato oggi Fabio Salmina.

"Come ho deciso di suonare la chitarra? In verità ero molto piccolo. Ero a casa di uno dei miei amici a giocare con la Playstation e, in sottofondo, ho sentito una musica bellissima. Ho chiesto cosa fosse. Mi sono ritrovato in mano la copertina di un disco di Carlos Santana. La canzone che mi ha fatto innamorare della chitarra elettrica è stata "Black magic woman" . È in quel momento che ho deciso che avrei fatto musica". E così è stato. "Quello che vedi dietro alla chitarra quando suono, è il Musti di tutti i giorni. Solo. Senza maschera…". Per scoprirlo così, anche tu, guarda il VIDEO.

Red. MM

Seguici con