"Si aspetta la riforma fiscale" (Ti-Press)

Niente sconti per i single

L’iniziativa bocciata, depositata ben 16 anni fa, chiedeva maggiore equità fiscale rispetto ai coniugati in Ticino: “Non è il momento”

lunedì 19/06/17 19:02 - ultimo aggiornamento: lunedì 19/06/17 19:03

I singoli con redditi medi in Ticino non avranno nessuna riduzione d'imposta. Lo ha stabilito il Gran Consiglio ticinese nella sua seduta di lunedì, bocciando un’iniziativa (45 no, 25 sì – Lega, LaDestra e 2 PLR - e 1 astenuto) depositata da Iris Canonica (PS) nel lontano 2001, ripresa ora da Michele Guerra (Lega). Un testo trasversale che la stessa iniziativista prefigurava però attuabile solo in presenza di finanze stabili.

Secondo il relatore di minoranza Paolo Pamini (LaDestra) continuano a sussistere delle iniquità per i singoli, in particolare sui redditi alti. “Il principio è condivisibile, ma bisogna aspettare il momento giusto” ha invece sostenuto la relatrice di maggioranza Natalia Ferrara (PLR) che, in caso di approvazione, ha evocato anche un possibile aumento del moltiplicatore cantonale.

Concetti ribaditi anche dal ministro Christian Vitta, che ha annunciato per settimana prossima la presentazione al Governo delle prime ipotesi di lavoro per la riforma fiscale che, se approvate, verranno portate in Parlamento in autunno.

dielle

Novità nella cucina RSI: Grilli & Grill

Seguici con