Permessi senza confini

lunedì 20/03/17 19:19 - ultimo aggiornamento: lunedì 20/03/17 19:19

Lo scandalo dei permessi si sta allargando sempre di più al resto della Svizzera. Dopo il documento falso legato al Canton Ginevra, ora spunta il nome di Argovia. A farlo è stato l’impresario bellinzonese in carcere da febbraio. Secondo il 25enne esisterebbero permessi fasulli prodotti direttamente in Kosovo o in Serbia, con tanto di timbri a secco.Timbri – ha precisato il 25enne – di un po’ tutti i Cantoni, a cominciare appunto da quelli di Ginevra e Argovia. Il 25enne, come noto, ha chiamato in causa anche la sua compagna, che avrebbe funto da tramite tra i due consegnando dei permessi e ricevendo il denaro.

Odorini da non perdere nella cucina RSI: Grilli & Grill

Seguici con