Il tragico incidente del 2016 (TiPress)

Quinto: camionista a processo

La procura ha prospettato il rinvio a giudizio al 50enne che in luglio provocò la morte di quattro persone

lunedì 20/03/17 18:00 - ultimo aggiornamento: lunedì 20/03/17 19:56

Si profila il processo per il camionista italiano che il 26 luglio 2016, a Quinto, tamponò la vettura che lo precedeva, provocando la morte di quattro persone. Giovedì scorso si è tenuto l’interrogatorio finale, durante il quale l’uomo ha ribadito di non ricordare più nulla di quanto accaduto.

L'inchiesta è praticamente conclusa. Agli atti manca soltanto una formalità, il certificato medico dell’autista del TIR che si trovava davanti all’auto delle vittime. Il procuratore pubblico Arturo Garzoni ha così già prospettato al 50enne la promozione dell’accusa. In altri termini il magistrato ha comunicato che non si limiterà a emettere un decreto, ma che lo rinvierà a giudizio. Alla sbarra il conducente dovrà rispondere, in particolare, dei reati di omicidio colposo plurimo e grave infrazione alle norme della circolazione stradale.

Le indagini – ricordiamo – non hanno potuto accertare le cause del dramma. La perizia giudiziaria ne ha comunque ricostruito la dinamica, stabilendo che il camion stava viaggiando a una velocità di 90 chilometri orari. La Ford della famiglia germanica, ferma in colonna, era visibile già a una distanza di circa 400 metri. Il 50enne non aveva bevuto, e non stava usando il telefonino.

Francesco Lepori

Dal Quotidiano:

Il Quotidiano di lunedì 20.03.2017  

Novità nella cucina RSI: Grilli & Grill

Seguici con