L'abbazia Disentis domina la valle percorsa dal Reno anteriore e dal Glacier Express (KEYSTONE)

Disentis, giubileo per l'abbazia

La RSI in Surselva per i 1'400 anni dalla fondazione del monastero benedettino di San Martino

mercoledì 19/03/14 12:58 - ultimo aggiornamento: martedì 29/04/14 14:30

Entrano nel vivo questa settimana a Disentis i festeggiamenti per i 1'400 anni dalla fondazione dell'abbazia benedettina, più volte distrutta dagli incendi, dalle scorribande dei saraceni, dall'esercito di Napoleone e messa in ginocchio persino dalla riforma protestante, ma sempre risorta nella sua veste di baluardo della fede e della cultura occidentali.

La redazione di “ Grigioni Sera ” è ospite dell' abbazia di San Martino per tutta la settimana e ne presenterà le diverse attività, non da ultimo il Liceo frequentato anche da studenti grigionitaliani e ticinesi (servizio in basso), al quale è dedicato un numero speciale delle Voci del Grigioni italiano.

L'abate Vigèli Monn

A guidare la trentina di monaci - dall'aprile di due anni fa - c'è un 49enne nato a Sedrun, già guardia pontificia. Si chiama Vigèli Monn, è il 66.mo abate di Disentis e non intende essere l'ultimo (le sue riflessioni e considerazioni sono ascoltabili tra gli audio a fianco).

Motore economico della regione

Con una trentina di monaci e una settantina di collaboratori esterni, l’abbazia di Disentis è ancora oggi non solo un fulcro culturale e religioso della regione ma anche un’importante motore economico. Secondo un recente studio dell’università di San Gallo il valore aggiunto creato dall'abbazia benedettina in Surselva ammonta a 6 milioni e mezzo di franchi. Ma le sfide, come spiega il cellario Niklaus Schwegler nell’intervista a lato, non mancano per chi ogni anno deve far quadrare i conti.

Le vie del Signore sono infinite...

Per quale motivo un grafico di fama internazionale abbandona la sua carriera all’apice del successo per ritirarsi in uno sperduto convento sulle Alpi grigionesi? Lo racconta qui a fianco Marcel Bosshard, da 23 anni fra Magnus, monaco benedettino nell’abbazia di Disentis.


Odorini da non perdere nella cucina RSI: Grilli & Grill

Seguici con