Ad Amburgo la Elbphilarmonie unisce acqua, terra e cielo (Keystone)

Il tempio musicale di Amburgo

Si inaugura la Elbphilarmonie, l'edificio di tutti i superlativi progettato dagli svizzeri Herzog e De Meuron

mercoledì 11/01/17 13:40 - ultimo aggiornamento: giovedì 12/01/17 14:14

Gli abitanti di Amburgo e tutti gli amanti della musica stanno per prendere possesso del nuovo gioiello culturale realizzato dalla seconda città tedesca: la Elbphilarmonie, progettata dalle archistar svizzere Herzog & de Meuron sulla riva dell'Elba, nella zona del porto, tra la moderna HafenCity e la storica Spericherstadt.

I due papà della Elbphilharmonie: gli architetti svizzeri Pierre de Meuron e Jacques Herzog (Keystone)

Stasera, mercoledì, il primo concerto della nuova stagione della NDR Orchestra diretta da Thomas Hengelbrock terrà ufficialmente a battesimo la grande sala che rappresenta il cuore dell'edificio.

Sulla riva dell'Elba

 

La Elbphilarmonie è stata realizzata su quanto restava dello Kaispeicher (un vecchio magazzino degli anni Sessanta). L'avveniristica struttura moderna in stile espressionista poggia sopra l'esistente raggiungendo un'altezza complessiva di 110 metri (è il più alto edificio di tutta Amburgo). A darle un carattere unico sono le facciate di vetrate curve che cambiano aspetto con i riflessi del cielo, dell’acqua, e della città ma pure il tetto ondulato che richiama il moto ondoso del fiume che collega il porto al mare del Nord.

A bordo di un drone alla scoperta degli interni del complesso in musica (a libera scelta tra adagio o presto)

Per la visualizzazione a tutto schermo cliccare qui

I lavori, accompagnati da vibranti polemiche e ritardi, hanno richiesto quasi dieci anni di cantiere e un investimento di quasi 800 milioni di euro, di cui 500 per la costruzione, il doppio di quanto preventivato al momento dell'avvio dei lavori nell'aprile 2007 e dieci volte più di quanto si pensava di spendere al momento dell'avvio del progetto.

I lavori sono durati quasi 10 anni tra polemiche, ritardi ed esplosione dei costi (Keystone)

La grande sala concerti è in grado di accogliere 2'100 spettatori in un ambiente acustico d'eccezione, curato dalla Nagata Acoustics Inc per valorizzare appieno anche il monumentale organo con 4'765 canne realizzato dalla Klais di Bonn.

La Grosse Saal (Keystone)

Ma la Elbphilharmonie non è un luogo unicamente dedicato alla musica cui sono riservate anche due sale minori (una è dedicata in particolare ai concerti cameristici) e gli spazi didattico-formativi dell'orchestra.

 

Il suo carattere pienamente pubblico è garantito dalla presenza di ristoranti, bar, una terrazza panoramica con vista sulla città a 37 metri di altezza, 45 appartamenti, un hotel, un parcheggio e la piazza che unisce l'edificio orientato all'avvenire al passato e al presente della città, secondo centro portuale europeo.

Diem/RG

Dal TG12.30:

TG 12:30 di giovedì 12.01.2017  

Seguici con