Australopithecus afarensis, anche conosciuto con il nome Lucy (keystone)

Denti, evoluzione "diversa"

Nuova ricerca: gli stadi di sviluppo si sono succeduti in modo separato da quelli del cervello

lunedì 02/01/17 21:33 - ultimo aggiornamento: lunedì 02/01/17 21:33

Il cervello e i denti nell'uomo si sono evoluti in modo indipendente, contrariamente a quanto si è sempre pensato. Lo sostiene una ricerca pubblicata sulla rivista dell'Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti e condotta dal Centro per lo studio avanzato della paleobiologia umana della George Washington University.

Finora si riteneva che dimensioni del cranio e la riduzione nella grandezza della dentatura posteriore in alcune specie di ominidi avessero subito modifiche di pari passo, ma queste potrebbero essere influenzate da fattori ecologici e comportamentali.

Aida Gómez-Robles e i suoi colleghi hanno realizzato una serie di ricostruzioni e simulazioni per misurare e confrontare il ritmo di queste modifiche in diverse specie di ominidi: Australopithecus, Paranthropus e specie Homo.

Ansa/px

Il sito dell'Accademia nazionale delle scienze

Seguici con