SHOWCASE_mississipi.jpg

Mississippi: dalle sorgenti al blues

Il grande fiume, quello delle muddy waters, le acque torbide, immortalato dal blues e dai romanzi di Mark Twain. Il viaggio che Rete Due propone, scandito da 27 reportage realizzati dalle sorgenti in Minnesota fino alla foce in Louisiana, attraversa da nord a sud gli Stati Uniti, la loro geografia, ma soprattutto la loro storia e la loro cultura. 2530 miglia, oltre 4000 chilometri, per penetrare nell’animo di un grande paese percorrendo la Great River Road, la strada che costeggia il fiume simbolo del paese. Le meraviglie della natura, la sua violenza, ma anche gli enormi pericoli che lo sviluppo industriale e urbanistico fanno correre all’habitat naturale, la ricchezza culturale odierna e quella passata, cancellata in buona parte con la deportazione o l’annientamento delle popolazioni indiane, la vita quotidiana tra difficoltà economiche e ottimismo, le migrazioni, la letteratura, la musica. La ricchezza straordinaria del Mississippi è raccontata attraverso i suoi protagonisti: non solo personaggi celebri, ma soprattutto regular folks, abitanti che raccontano i mutamenti del paesaggio, indiani Sioux o Ojibwe che ci parlano di una cultura che non vuole saperne di morire, artigiani, pescatori, ingegneri che si occupano di domare un fiume che si ribella regolarmente all’incanalamento, musicisti di blues, romanzieri, operai, impiegati, predicatori mormoni, sacerdotesse di Voodoo, campioni mondiali di barbecue. Un programma radiofonico on the road, con il suo interfaccia web, per scoprire l’America al di là delle immagine veicolate dall’informazione politica ed economica.

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
09:00