(iStock)

Scrittori in cucina

di Mariarosa Mancuso

BLU COME UN’ARANCIA
Da lunedì 28 agosto a venerdì 1. settembre 2017 alle 10:35
Replica il giorno seguente alle 01:30

 

In principio fu Pellegrino Artusi. Non cucinava personalmente, ma l’italiano delle sue ricette è da grande scrittore. "Il Garibaldi della cucina italiana", scrisse Piero Camporesi nell’edizione dei Classici Einaudi: fu lui a unificare l’Italia a tavola, mediando tra le varie cucina regionali.

E poi c’è solo da scegliere, tra scrittori che forniscono i propri personaggi di cuochi sopraffini. Il detective Nero Wolfe aveva il cuoco svizzero Fritz, il commissario Maigret aveva la moglie alsaziana Louise. Carlo Emilio Gadda scrive a modo suo la ricetta del risotto alla milanese, Giovanni Pascoli mette in rima il risotto romagnolo della sorella Mariù. Torniamo in Francia con Colette, ripartiamo per la cucina rivoluzionaria durante la guerra civile spagnola, facciamo tappa nella cucina del Dottor Freud, finiamo con le uova che Alfred Hitchcock detestava sopra ogni cosa.

Immagina...

Seguici con