Memorie ornitologiche

Uccelli e volatili tra le teche della RSI , di Claudio Biffi

(iStock)

IL GRANAIO DELLA MEMORIA
Sabato 18 marzo 2017 alle 16:00

Replica venerdì 24 marzo 2017 alle 23:33

 

I poeti li hanno messi nei loro versi; i compositori in musica; gli zoologi invece li hanno classificati all’interno di ordini, famiglie e specie. Noi li vediamo e sentiamo ogni giorno, anche nelle città serrate dal cemento e dal catrame. Sono gli uccelli: strane creature a dire il vero, non fosse altro che per la loro capacità di librarsi nell’aria che li rende tanto estranei e affascinanti per noi mammiferi pedestri. Il “Granaio della memoria” questa settimana percorre le teche della RSI alla ricerca della tracce sonore lasciate negli archivi da uccelli e volatili, e soprattutto dai giornalisti, cronisti e documentaristi che negli anni se ne sono interessati.

Altre puntate