Cambridge (iStock)

Un grande Maestro di economia compie 87 anni in piena forma

di Mauro Baranzini

Plusvalore
Martedì 12 settembre 2017 alle 12:20

 

Oggi 12 settembre l’erede più senior della Scuola di Cambridge fondata negli anni Trenta dello scorso secolo da John Maynard Keynes compie, in perfetta salute, gli 87 anni. Si tratta di Luigi Lodovico Pasinetti, nato a Zanica, vicino a Bergamo, appunto 87 anni fa. Cresciuto negli anni difficili della seconda guerra mondiale (suo padre simpatizzava per la resistenza), si laureò nel 1955 all’Università Cattolica di Milano, lavorando di giorno e studiando la sera e di notte. Nel 1956 si trasferì all’Università di Cambridge, in Inghilterra, dove fu allievo e poi collega per 20 anni degli economisti che avevano lavorato fianco a fianco con il loro maestro John Maynard Keynes, morto nel 1946. Dopo un anno a Harvard, negli Stati Uniti, e due a Oxford, Pasinetti venne richiamato come docente al King’s College di Cambridge che in quegli anni era il centro più conosciuto degli studi economia. A Cambridge insegnavano Richard Kahn (che aveva nel 1931 formulato il meccanismo del moltiplicatore), Nicholas Kaldor (che fu consulente economico e fiscale di molti governi), Piero Sraffa (l’enigmatico fustigatore della teoria neoclassica), la Joan Robinson (che aveva negli anni Trenta gettato le basi per lo studio dei mercati imperfetti), e molti altri ancora. Luigi Pasinetti divenne presto uno dei giovani economisti più promettenti. Fu infatti all’origine di ben quattro controversie scientifiche che la Cambridge inglese combatté con la Cambridge negli Stati Uniti, e soprattutto contro il MIT. Pasinetti è oggi considerato l’erede più importante della Scuola Keynesiana di Cambridge in Inghilterra, assieme a Geoff Harcourt, anche lui non di primo pelo a 86 anni suonati. Ma la scuola Keynesiana era destinata a ramificarsi un po’ in tutto il mondo; infatti nel 1976 Luigi Pasinetti rientrò all’Università Cattolica di Milano, divenendo anche Preside di Facoltà. Mentre il suo collega Geoff Harcourt è da tempo rientrato in Australia. Pasinetti è conosciuto anche in Svizzera, e ha per decenni tenuto stretti contatti con l’Università di Friburgo (di cui è dottore honoris causa), e soprattutto con l’Università della Svizzera italiana. Nel 1995 partecipò a vari dibattiti quando si stavano gettando le basi della nostra università, e fu nostro valido alleato quando si discuteva con la commissione di esperti internazionali venuta a Lugano a valutare i nostri programmi di facoltà. Dal 1996 al 2004 Pasinetti fu valido docente di macro-economia e di analisi economica. La prima generazione degli economisti formatisi nella Facoltà di Scienze economiche di Lugano lo ricorda senz’altro come docente dalle ampie visioni e delle grandi capacità nello spiegare il funzionamento dei sistemi economici moderni. Aver avuto a Lugano un economista che è considerato tra i migliori 100 economisti del Ventesimo secolo è stato senz’altro un valore aggiunto per la nostra Università. Auguri Maestro, per tanti altri anni di fecondo lavoro.

 

Ogni venerdì alla RSI, i Tempi moderni dell'economia

Seguici con