Fritz Eduard Pauli - Autoritratto, 1913 (©Museo Civico Villa dei Cedri, Bellinzona. Donazione Eredi Fritz Pauli, 1994)

Arte e follia

di Monica Bonetti ed Emanuela Burgazzoli

VOCI DIPINTE
Domenica 21 maggio 2017 alle 10:35, in diretta da Villa dei Cedri

 

Van Gogh, Ligabue, l’art des fous, l’arte “degenerata”: quanta follia nell’arte? Quanta arte nella follia? “Voci dipinte” dedica al tema una puntata in diretta dalle sale del Museo Villa dei Cedri a Bellinzona in occasione dell’esposizione realizzata in collaborazione con il CACT (Centro d’arte contemporanea Ticino) e intitolata “Verleihung der Narrenkappe. Essere ed espressione. Riflessioni sulla degenerazione nell’arte contemporanea”. Una mostra che riunisce opere di artisti svizzeri e internazionali, da Martin Disler a Louise Bourgeois, da Paolo Mazzucchelli a Robert Mapplethorpe. La relazione complessa fra arte e follia non include soltanto infatti la così detta “arte irregolare” o “l’art des fous”, ma si gioca anche sul confine fra il luogo mentale in cui si sviluppano la libertà e l’individualità dell’artista e quello sociale, lo spazio dell’interazione politica e sociale dove le individualità singole si confrontano e - a volte - si scontrano.

Se ne discuterà con la conservatrice di Villa dei Cedri Carole Haensler Huguet, con l'artista Nando Snozzi e con lo psicanalista Giovanni Castaldi.