Centro di dialettologia e di etnografia

Con l’allieva Isabella Visetti e il maestro Nicola Ferretti

domenica 02/07/17 13:05
Centro dialettologia e di etnografia di Bellinzona, esterno Centro di dialettologia e di etnografia, Dialett in sacocia 02.07.17

La seconda lezione del corso estivo di Dialett in sacocia si svolge al Centro di dialettologia e di etnografia (CDE) del Canton Ticino a Bellinzona, più esattamente si concentra sulla parte etnografica di questo centro, che coordina la rete dei musei etnografici che Dialett in sacocia va a scoprire questa estate.
La rete attuale è composta da 11 musei che nel rispetto delle singole peculiarità, concorrono a salvaguardare e valorizzare le testimonianze etnografiche presenti sul territorio ticinese. Il CDE offre ai musei una consulenza scientifica e un’assistenza tecnica, mettendo a disposizione personale, una biblioteca settoriale, uno studio fotografico e un laboratorio di restauro.
Ma il CDE è anche lui stesso un museo perché conserva in diversi depositi oggetti di interesse storico ed etnografico provenienti da lasciti o donazioni, oggetti non tutti antichi, molti anche della seconda metà del Novecento e non tutti legati al mondo rurale e contadino. Scoprite con noi l’oggetto stranissimo che ci presentano i collaboratori del CDE e anche come spiegano il loro lavoro di documentazione e raccolta di fonti orali in dialetto.

Ospiti:
Andrea a Marca, Francesca Luisoni e Alessandra Ferrini

Centro di dialettologia e di etnografia

apparecchio per la cura ad alta frequenza

 

 

Immagina...

Seguici con
Altre puntate