I nostri occhi sul cosmo per vedere i nuovi pianeti

di Nicol a Colotti

mercoledì 18/06/14 16:30

(ESO, Osservatorio Europeo Australe)

 

 

 

E l’importante conferenza di sviluppatori software in California

È questione di tempo, presto riusciremo a vedere con i nostri telescopi terrestri i pianeti che orbitano attorno a stelle lontane da noi nella Via Lattea e non soltanto a dedurli dall’influenza sul loro astro. Lo sviluppo di sempre più sofisticati strumenti di osservazione astronomica nello spazio (come Hubble e Kepler) e sulla Terra ci spingono ad andare sempre più lontano nella ricerca di pianeti extrasolari. Lo strumento SPHERE installato sul grande telescopio dell’osservatorio europeo in Cile è uno di questi futuri occhi sui mondi di altre stelle. Restando sulla Terra guardiamo cosa è emerso in California all’ultima WorldWide Developers Conference di Apple, in cui c’era anche un po’ di Svizzera italiana.

Ospiti:
Nicolas Cretton,
astrofisico, docente al liceo di Lugano-Savosa
Luca Accomazzi, esperto di informatica e tecnologie digitali


ESO, Osservatorio Europeo Australe

SPEHRE