Debrecen, tradizionale e nel contempo moderna

con Elizabeth Camozzi

venerdì 16/12/16 09:05

L’Ungheria, Paese dell’Europa centrale senza sbocco sul mare che però confina con ben sette Paesi: Slovacchia, Ucraina, Romania, Serbia, Croazia, Slovenia e Austria. Una nazione prevalentemente pianeggiante, con qualche basso rilievo nella parte settentrionale, la cui capitale Budapest è senz’altro la più gettonata dal turismo.  La nostra proposta di viaggio, però, ci porta nella parte orientale del Paese, alla riscoperta della seconda città ungherese più popolata. Debrecen, considerata un nodo per le comunicazioni stradali e ferroviarie, un mercato agricolo e zootecnico importante, ma soprattutto un luogo dalle radici fortemente radicate nella tradizione calvinista. La “Roma calvinista” infatti è il soprannome di questa città ricca di storia e di cultura, eppure moderna, oggi simbolo dello sviluppo dinamico e del rinnovamento ungherese. Ci guida Nora Erdei, collaboratrice presso l’Associazione per il Turismo di Debrecen.

Buono a sapersi:

- Piazza Kossuth e Chiesa "Grande" calvinista

- Collegio Riformato e Museo calvinista

- Le fontane di Debrecen

- Museo Déri

- MODEM, Centro d'Arte Moderno e Contemporaneo

- Parco del Grande Bosco e Aquaticum Spa & Water

- Parco Nazionale Hortobagy


Sull'Ungheria:

Territorio: 93.030 km2
Popolazione: 9 879 000 (2014)
Amministrazione pubblica: 19 regioni e Budapest
Sistema politico: repubblica parlamentare
Paese membro dell'UE dal: 1° maggio 2004

Capitale: Budapest
Lingua ufficiale: ungherese
Valuta: fiorino ungherese (HUF)
Fiumi principali: Danubio (lungo 417 km in territorio ungherese), Tisza (detto in italiano anche Tibisco, lungo 597 km)

Altre puntate