OFSI

Musiche tra le due guerre per orchestra e fiati

Venerdì 20 febbraio, ore 20:30, Auditorio Stelio Molo RSI, Lugano

 

 

ORCHESTRA DI FIATI DELLA SVIZZERA ITALIANA

DIRETTORE
FELIX HAUSWIRTH

 

ALBERT ROUSSEL 1869–1937
- A glorious day op. 48 (1932)

PAUL FAUCHET 1881–1937
- Symphonie pour musique d’harmonie (1926)

PAUL HINDEMITH 1895–1963
- Konzertmusik op. 41 (1858)

ROBERT RUMBELOW 1961*
- Night (testo di E. Wiesel) (2002)

 

Il compositore francese Albert Roussel (1869-1837) scrive A Glorious Day op. 48 su incarico della leggendaria Goldman Band. La band americana la esegue in prima assoluta il 19 giugno 1933 sotto la direzione di Edwin Franko Goldman al Central Park di New York, davanti ad oltre 10’000 spettatori. Roussel scrive in merito di aver voluto trasmettere – come indicato nel titolo – la gioia e il ritmo di un giorno di festa. Il brano esprime gli stati d’animo, l’allegria e la serenità di coloro che prendono parte ai festeggiamenti. Paul Fauchet nasce a Parigi nel 1881. Studia pianoforte, armonia e contrappunto al Conservatorio della capitale francese, dove ottiene numerosi premi. Organista nella Chiesa di Notre-Dame a Versailles e nella Chiesa di Saint-Pierre de Chaillot, nel 1927 è nominato professore di armonia al Conservatorio di Parigi. muore nel 1937. La sua Symphonie pour musique d’harmonie è una delle prime in quattro movimenti scritta per orchestra di fiati: ancora in stile romantico, è stata eseguita per la prima volta dalla Musique de la Garde Républicaine de Paris, formazione di grande tradizione. I Donaueschinger Kammermusiktage 1921–1926 furono un forum per giovani compositori e parallelamente un festival di musica contemporanea che ebbe un influsso durevole sullo sviluppo delle musica del XX secolo in Germania.
Nel 1926 venne scelto come tema centrale la composizione per orchestra di fiati. Era necessario – secondo la volontà della direzione artistica – liberare le associazioni di musica per strumenti a fiato dall’influenza della musica militare. Hindemith stesso contribuì con la sua Konzertmusik für Blasorchester op. 41, che compose in soli tre giorni. La sera del concerto, il 26 luglio 1926, oltre all’opera di Hindemith vennero messe in programma altre composizioni originali per orchestra di fiati: le Drei lustige Märsche op. 44 di Ernst Krenek, la Kleine Serenade di Ernst Pepping e il Spiel für Blasorchester op. 39 di Ernst Toch. Vennero eseguite dalla Banda del Battaglione di Formazione del Reggimento di Fanteria n. 14, di stanza a Donaueschingen. La direzione fu affidata ad Hermann Scherchen. Il pubblicista Elie Wiese, sopravvissuto all’Olocausto, ha descritto nel libro Die Nacht le sue esperienze di bambino nei diversi campi di concentramento, fra cui Auschwitz. Con il medesimo titolo, Night (1997), il compositore statunitense Robert W. Rumbelow (1965*) ha creato un’opera sconvolgente a sfondo programmatico, che si basa sulle impressioni scaturite dalla lettura di questo libro.
Felix Hauswirth

Il concerto sarà in diretta sulle frequenze di Rete Due e in streaming radio.

Per maggiori informazioni, scarica il libretto  

 

Seguici con