Il ginevrino (Keystone)

"Il segreto di Federer è la programmazione"

Secondo Marc Rosset il renano potrebbe vincere anche in futuro

lunedì 17/07/17 17:51 - ultimo aggiornamento: lunedì 17/07/17 17:51

Dopo la vittoria a Wimbledon, i complimenti e le reazioni su Roger Federer si sono sprecate. A questi commenti si sono aggiunte le parole di Marc Rosset, campione olimpico di tennis nel 1992, che però non si sorprende riguardo la vittoria nel torneo. La preparazione fatta dal basilese, secondo il 47enne, è stata fondamentale: "Nel 2017 abbiamo potuto vedere il ritorno di Roger Federer e Rafael Nadal ai massimi livelli, Roger è stato fermo sei mesi per recuperare dall'operazione e Rafa ha finito anzitempo la stagione 2016 per prepararsi al meglio, e alla fine a dominare quest'anno sono proprio loro due. Murray e Djokovic sono un po' logori fisicamente, a questi livelli è necessario un fisico perfetto, altrimenti la differenza è enorme".

"Se Roger continua con una buona programmazione e periodi di riposo, nulla gli impedisce di vincere gli US Open o altri tornei del Grande Slam" Marc Rosset

A chi gli chiede se Federer pensi a tornare numero 1 delle classifiche ATP, risponde: "Non credo sia un suo obiettivo, se i risultati porteranno in dote il primato gli farà piacere, ma non penso che aggiungerà tornei solo per lottare con Nadal per la prima piazza. L'ha detto chiaramente, per lui l'importante è la salute. Se vincerà abbastanza incontri per diventare primo, meglio così, ma non penso si assumerà il rischio di giocare un torneo supplementare, non è la sua priorità".

Prossimamente alla RSI: Cash, quante novità!

Seguici con