Nuova sconfitta per i Repubblicani statunitensi sul progetto per abolire la riforma sanitaria dell'ex-Presidente Barack Obama. La sostituzione del testo con la controriforma di Donald Trump è naufragata al Senato. La doccia fredda per l'attuale Capo della Casa Bianca arriva sullo scadere del tempo utile per far passare il testo con una maggioranza semplice. Tutto questo in una settimana chiave per Trump, che si appresta a difendere la sua riforma delle tasse. Mentre lo scontro andava in scena in Parlamento, centinaia di attivisti manifestavano contro lo smantellamento dell'Obamacare. Tra di loro anche disabili, allontanati dalla Polizia.

Il Municipio di Ginevra si è spaccato dopo l'annullamento del voto su misure di risparmio contestate da un referendum. Il Sindaco Rémy Pagani viene ritenuto responsabile delle irregolarità contenute nell'opuscolo destinato agli elettori. Tali errori hanno indotto la giustizia ad annullare la votazione di domenica, poiché le spiegazioni sono state ritenute "parziali". Ora i colleghi di Pagani chiedono al Sindaco di autosospendersi, ma l'interessato non ci sta e prosegue sulla sua strada. I membri dell'Esecutivo cittadino non possono destituire l'esponente della sinistra radicale poiché questa procedura non è prevista.

I cittadini di San Vittore chiamati lunedì sera ad esprimersi in assemblea straordinaria hanno definitivamente affossato l'idea sostenuta dal cantone dei Grigioni di raddoppiare l'attuale area industriale ritenuta da Coira di interesse strategico, occupando i terreni di proprietà di Armasuisse.

Incidente della circolazione nella serata di oggi, lunedì, sulla strada cantonale a Cadenazzo. un'auto che circolava in direzione di Bellinzona si è scontrata frontalmente con un'altra vettura che procedeva in senso opposto. La collisione si è verificata all'altezza della stazione. A seguito del violento impatto, i due conducenti hanno riportato lesioni di media gravità. I due sono stati soccorsi da operatori della Croce Verde bellinzonese, intervenuti con due ambulanze e un'automedica. La polizia ha immediatamente chiuso una corsia della strada per agevolare le operazioni di soccorso e di recupero dei veicoli coinvolti nello scontro.

Opposizione alla "No Billag" e senza alcun controprogetto. Il Consiglio nazionale oggi, lunedì, si è così allineato alla posizione già espressa dagli Stati sull'iniziativa popolare che, se approvata, sancirebbe la fine della SSR e del servizio pubblico radiotelevisivo. La Camera del popolo ha deciso di respingere il testo, su cui il popolo sarà chiamato a pronunciarsi, con 122 voti contro 42 e 15 astensioni. Un'eventuale accettazione dell'iniziativa implicherebbe la revoca senza indennizzo delle attuali concessioni con partecipazione al canone.

Il ministro degli esteri nordcoreano Ri Yong Ho, in un rarissimo incontro con i giornalisti fuori da un hotel di New York ha fatto sapere che il paese è pronto ad abbattere i caccia americani anche se non invadono lo spazio aereo nazionale nordcoreano. Questo in nome del fatto che "gli USA hanno dichiarato guerra al nostro paese e la carta delle Nazioni Unite sancisce il diritto all'autodifesa degli Stati membri". "Tutte le opzioni sono sul tavolo", ha aggiunto il ministro, precisando che le recenti affermazioni del presidente americano Donald Trump sono "una chiara dichiarazione di guerra" alla Corea del Nord.

E' stata aperta una procedura interna nei confronti di un docente di storia delle scuole medie di Barbengo, che domenica ha pubblicato un commento su Facebook sull’esito della votazione sull’insegnamento della civica. Lo ha dichiarato alla RSI Emanuele Berger, direttore della divisione della scuola del DECS. Ad occuparsi delle verifiche sarà la direzione scolastica della sede di Barbengo affiancata dal cantone. I suoi propositi sono stati ritenuti ritenuti offensivi da alcuni granconsiglieri al punto da diventare oggetto di un’interpellanza parlamentare.

Si profila il processo per il titolare delle ditte di ponteggi in carcere da febbraio nell’ambito delle indagini sui permessi falsi. Il PP Antonio Perugini – si è appreso lunedì – ha chiuso infatti l’istruttoria, prospettando il suo rinvio a giudizio. I filoni d’inchiesta sono due. Il primo è quello dei permessi, per i quali il PP ipotizza la tratta di esseri umani. Il secondo riguarda le malversazioni emerse negli ultimi mesi. L’esame della documentazione ha evidenziato numerose uscite senza giustificativo. Si parla di una somma consistente, considerata come sottratta. Le accuse, che il 42enne contesta, vanno dalla cattiva gestione ai reati fallimentari.

Collaborazioni "orizzontali" fra il LAC di Lugano, l’Università della Svizzera italiana e il Locarno Festival: dalle parole della scorsa estate, si cominciano a gettare le basi per passare ai fatti. A lanciare il sasso, nell’ambito della 70esima edizione del Locarno festival, era stato il presidente della rassegna, Marco Solari. Nei giorni scorsi, a Lugano, si è tenuto un primo incontro tra le parti. Un incontro al quale ha preso parte, oltre al direttore del LAC, anche il rettore dell’USI di Lugano, Boas Erez, stando al quale: "L'obiettivo è quello di rendere più sistematiche le collaborazioni tra i vari attori culturali".

Entro il prossimo mese di settembre deve essere tutto pronto a sud delle Alpi per poter partire con l'insegnamento della civica deciso domenica, a larga maggioranza, dal popolo ticinese. La Divisione della scuola prevede infatti di far partire a breve un gruppo di lavoro che dovrà elaborare i nuovi piani di studio della civica e della storia nella scuola media e in quella post obbligatoria. I contenuti già ci sono, spiega il direttore della divisione della scuola Emanuele Berger ai microfoni delle CSI, si tratterà di riorganizzarli, grazie anche al supporto di esperti, che saranno interpellati per poter mettere in atto la volontà politica.

Le due commissioni della gestione hanno deciso che il sistema di fideiussioni destinate alla flotta mercantile d’alto mare dev’essere oggetto di un’indagine più approfondita. Dovrà essere in particolare riesaminata la sorveglianza esercitata dal Dipartimento dell'economia sull'Ufficio per l'approvvigionamento economico del paese e dal Dipartimento degli esteri sull'Ufficio della navigazione marittima. Il Governo aveva chiesto in maggio un credito di 215 milioni di franchi per affrontare i problemi economici di cui è oggetto la flotta elvetica e la fattura era stata presentata solo all’ultimo momento, mettendo le Camere di fronte al fatto compiuto.

L'esercito svizzero riceverà quest'anno oltre 2 miliardi di franchi. Dopo il Nazionale, anche il Consiglio degli Stati ha approvato il messaggio che, tra l'altro, prevede un credito di 450 milioni per prolungare la durata di utilizzo degli aerei da combattimento F/A-18 fino al 2030. Il pacchetto che ha ottenuto l’ultimo via libera si compone di tre distinti crediti: 900 milioni per il programma d'armamento, 750 per il materiale e 461 per il programma degli immobili del Dipartimento della difesa. Tra le spese figura anche quella di 10 milioni per la procedura di valutazione del nuovo jet che sarà acquistato al posto del Gripen bocciato alle urne.

E' stato estradato dall'Italia un 43enne cittadino italiano residente in provincia di Varese, presunto autore della rapina a un distributore di benzina avvenuta il 29 marzo di quest’anno a Ligornetto in via Cantinetta. Il rapinatore, ricorda un comunicato, giunto a bordo di uno scooter, era entrato nel distributore indossando casco, occhiali da sole e armato con un coltello. All'interno aveva minacciato le dipendenti facendosi consegnare del denaro. Successivamente era fuggito con il bottino allontanandosi a piedi in direzione del confine. L'inchiesta è coordinata dal Procuratore generale aggiunto Antonio Perugini.

I salari degli insegnanti di scuola materna nei Grigioni sono i più bassi della Svizzera. Non solo, quelli delle donne sono inferiori a quelli dei maschi. Lo denuncia lunedì l'associazione cantonale di categoria che, al fianco alla "Frauenzentrale", ha inoltrato una denuncia per discriminazione presso il Tribunale amministrativo.

Allarmati per un possibile incendio a Vezia hanno trovato una piantagione di canapa. È successo verso le 19 di sabato in un’abitazione a Vezia. Pompieri, polizia e soccorritori hanno dapprima appurato che il fumo proveniva da un incendio nella canna fumaria. Durante un sopralluogo, i pompieri hanno trovato nel garage le piante. Stando a informazioni raccolte dalla RSI si tratterebbe 300-400 piante. Nella camera da letto dei bimbi sarebbero inoltre state rinvenute delle armi. Lo stabile è stato posto sotto sequestro dalle forze dell’ordine che hanno subito avviato le indagini del caso. Sempre stando a fonti RSI sembra che una persona sia finita in manette.

Qalatga Darband è il nome dell'antico centro fortificato localizzato recentemente in Iraq dai satelliti e dai droni dei militari statunitensi. Quest’insediamento risale al 331 a.C., quando il condottiero Alessandro Magno, alle prese con la formazione del suo grande impero, dopo aver vinto la battaglia di Gaugamela, l’odierna Mosul, inseguiva lo sconfitto Dario III di Persia. E'una scoperta molto importante per i ricercatori del progetto destinato al recupero dei siti danneggiati dai miliziani dell’organizzazione terroristica Stato islamico. Sono già stati recuperati statue, monete, oggetti del periodo ellenistico e individuate le mura perimetrali.

Angela Merkel ha annunciato colloqui con FDP, Verdi e SPD sul futuro Governo. Lo ha detto in conferenza stampa lunedì alla Konrad Adenauer Haus. "Sono ottimista, come lo ero prima, sul fatto che troveremo una soluzione", ha detto la cancelliera tedesca rispondendo a una domanda sulla futura coalizione. Merkel è fiduciosa che i partiti avranno "senso della responsabilità" e formeranno un esecutivo. "Credo che tutti negli altri partiti sappiano che il voto degli elettori va preso come è. Chiunque speculi su nuove elezioni dimostra disprezzo per il voto degli elettori", ha detto invece rispondendo a una domanda sull'ipotesi di nuove elezioni.

Gabriele Zanzi è stato nominato membro della direzione generale di BancaStato. Entrerà in carica a dicembre 2017. Parallelamente i consiglieri di amministrazione Carlo Danzi e Raoul Paglia sono stati rispettivamente nominati vicepresidente e segretario del consiglio di amministrazione.

Ciquantacinque impieghi potrebbero essere cancellati a Goldbach e Rorschach, nel canton San Gallo, dalla Froneri Switzerland, che produce gelati e surgelati per conto dei marchi Findus, Frisco e Moevenpick. Nella Confederazione l'azienda inglese, che è legata alla Nestlé, dà lavoro a 640 persone.

Il 66enne Hansjoerg Walter lascerà la carica di consigliere nazionale dell'UDC il 26 novembre. I 18 anni nel Legislativo sono stati per lui, turgoviese, agricoltore di professione e presidente dell'Unione svizzera dei contadini, "un grande privilegio e un compito interessante", come indicato nel comunicato diramato lunedì.

Un uomo di età e nazionalità non precisate è morto domenica sera a Zurigo dopo essersi lanciato nel lago da una gru alta una decina di metri insieme ad un'altra persona, poi fuggita. L'individuo, che al momento del recupero era ancora in vita, è stato tratto a riva dai sommozzatori della polizia e trasportato in ospedale dove è deceduto.

Il cambiamento del clima è destinato a modificare la composizione della comunità dei funghi, specialmente in ubicazioni fredde e al limite del bosco. E' quanto scoperto grazie ad uno studio sperimentale condotto durante sei anni dall'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL) sullo Stillberg, sopra Davos dove sono state riscaldate artificialmente alcune particelle di terreno. Le analisi hanno dimostrato che la composizione varietale dei funghi è cambiata. Una specie, l’Hygrophorus speciosus Peck, è quasi scomparsa. Altre hanno invece incrementato la propria diffusione beneficiando delle nuove condizioni.

Le autorità grigionesi hanno ultimato i lavori per installare un sistema innovativo in grado di lanciare l’allarme in caso di nuove colate detritiche che potrebbero raggiungere il villaggio di Bondo, in Valle Bregaglia. In un comunicato diramato lunedì, viene precisato che il nuovo impianto è stato realizzato sopra il fiume Bondasca e "garantisce l’invio di un allarme che permette un tempo d’evacuazione di 4 minuti sia nel bacino di ritenzione, sia sulla vecchia strada cantonale". Questo strumento aumenta la sicurezza e "la chiusura notturna della strada H3 è revocata da subito. Il traffico circolerà sulla vecchia strada cantonale attraverso Spino e Promontogno".

La presidente di Alternative fuer Deutschland (AfD), Frauke Petry, ha annunciato lunedì di non volere far parte, al Bundestag, della stessa formazione di destra che ha ottenuto un ottimo risultato alle elezioni di domenica. Sarà deputata indipendente. La 42enne è stata eletta in Sassonia con mandato diretto. La decisione si spiegherebbe con frizioni tra la Petry e i due leader del partito Alice Weidel e Alexander Gauland. AfD ha ottenuto il 12,6% nella sua prima partecipazione alle politiche ottenendo 94 seggi e divenendo la terza formazione della Germania.

La Banca nazionale svizzera informa lunedì che la bilancia delle partite correnti della Confederazione ha registrato nel secondo trimestre del 2017 un'eccedenza di 19 miliardi di franchi, con entrate per 151 e uscite per 132, in calo del 3,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La riduzione, di circa un miliardo, è riconducibile alla forte flessione (-63,2%) del saldo dei redditi primari (lavoro e capitale) e dei servizi, così come a un leggero calo dell'eccedenza di spesa relativa ai redditi secondari. Per quanto riguarda lo scambio di merci si è invece verificata una progressione del 7,6%.

Il Giappone va verso elezioni legislative anticipate: il primo ministro Shinzo Abe ha infatti annunciato davanti alla stampa la dissoluzione della camera bassa del Parlamento il 28 settembre. Una misura che porta automaticamente uno scrutinio generale nei 40 giorni successivi. La decisione è stata giustificata dal premier con la necessità di interrogare gli elettori sulla politica economica e la posizione da adottare nei confronti della Corea del Nord. La mossa è però vista come un tentativo di Abe di approfittare del suo aumento di popolarità da quando è aumentata la tensione con Pyongyang.

La Francia ha deciso di dire basta all'uso del glifosato, l'erbicida ad ampio spettro sotto la lente di varie autorità per i suoi presunti effetti cancerogeni. La sostanza è la più usata in agricoltura, ma è pure presente in quasi tutti i preparati utilizzati per la cura di giardini e vari spazi verdi. In particolare, il premier Edouard Philippe ha deciso verrà completamente vietato entro "la fine del quinquennato" del presidente Emmanuel Macron, vale a dire nel 2022. La messa al bando riguarderà ogni tipo di destinazione. Malgrado l'ostilità di numerosi agricoltori, Parigi ha deciso di opporsi al rinnovo da parte dell'UE alla licenza che scade a fine 2017.

Colpo di scena lunedì mattina a Lugano durante un processo in corso riguardante un traffico di droga. Uno dei quattro imputati alla sbarra, un 37enne italiano, è stato arrestato dalla polizia su ordine della procuratrice pubblica Marisa Alfier. L’arresto, reso noto dai quotidiani ticinesi online, è legato a un altro traffico di stupefacenti in cui sarebbe coinvolta la persona finita in manette. Il giudice Marco Villa ha continuato il dibattimento con i restanti tre imputati, mentre il quarto, arrestato e portato via dagli agenti, finirà sotto processo in un altro momento, con le nuove accuse che si sommeranno a quelle per cui era in tribunale stamani.

Un incidente della circolazione dove sono rimasti coinvolti due motociclisti è avvenuto domenica pomeriggio sulla strada dell’Oberalp, presso Trin. Secondo quanto riferisce la polizia cantonale grigionese lunedì, i due centauri stavano viaggiando sulla strada cantonale da Reichenau verso Flims quando uno dei due ha superato l’altro. Dopo la manovra il 40enne ha però urtato un'auto che arrivava in senso inverso. E' caduto pesantemente a terra e l'altro centauro, un 31enne non è riuscito a evitarlo, investendolo. Il 40enne è stato ricoverato in ospedale con ferite di una certa gravità, mentre il centauro più giovane se l’è cavata con lesioni superficiali.

Bali vive ore di angosciosa attesa per il risveglio del vulcano Agung (3'031 metri), nel nord-est dell'isola. L'ultima eruzione risale al 1963 quando morirono 1’100 persone. L'attività vulcanica è aumentata progressivamente nell'ultima settimana, con centinaia di tremori a segnalare una risalita del magma. Venerdì scorso l'allerta è stata alzata al livello massimo. Le autorità hanno disposto l'evacuazione di 50’000 residenti in un raggio di 12 chilometri. Finora la situazione non ha creato disagi ai turisti e all'aeroporto di Denpasar nessun volo ha subito modifiche. Diversi paesi, tra cui l’Australia, hanno allertato i loro concittadini.

Il giorno dopo le elezioni politiche, in Germania appare verosimile un Governo formato da tre partiti: Unione CDU-CSU, Liberali e Verdi. La SPD ha escluso infatti di volere dar vita a una riedizione della maggioranza uscente. Lo scrutinio conferma lunedì le prime proiezioni, con una sconfitta dei due maggiori partiti (CDU-CSU e SPD), la vittoria della destra dell'AfD, il brillante risultato dell'FDP (che torna nel Legislativo) e una stabilità degli altri partiti. I colloqui politici dovrebbero iniziare fra una settimana. Angela Merkel ha annunciato di volere trattare anche con i socialdemocratici, anche se il leader Martin Schulz non è interessato.

Operazioni di boicottaggio nel settore dei trasporti si stanno svolgendo in varie località della Francia dall’alba di lunedì, per protesta contro la riforma del lavoro ratificata venerdì dal capo dello stato Emmanuel Macron. Una trentina di persone ha bloccato il traffico dei mezzi pesanti su un'autostrada nel nord, vicino al confine col Belgio. Altre azioni dimostrative, per lo più organizzate dai membri dei sindacati CGT e FO, sono seguite a Le Havre, Rouen, Caen, Bordeaux, La Rochelle, Marsiglia, e Lione. Le manifestazioni sono "all'altezza dei nostri obiettivi" ha dichiarato Jerôme Vérité, numero uno della federazione CGT dei trasporti.

Il traffico ferroviario è stato perturbato lunedì mattina tra Ginevra e Losanna a causa di un problema a una linea di contatto. Le FFS annunciano ritardi e la soppressione di diversi treni sulla tratta interessata. La situazione dovrebbe tornare alla normalità dopo le 10.00.

ABB annuncia l'acquisto per 2,5 miliardi di franchi della divisione di soluzioni industriali dalla statunitense General Electric. Il gruppo zurighese prevede che l'operazione, da completare nel primo semestre 2018, porterà sinergie per 200 milioni all'anno, con effetti sull'utile già dal primo anno. La divisione del gigante a stelle e strisce impiega 13'500 persone in tutto il mondo e nel 2016 ha avuto un fatturato di 2,7 miliardi di dollari. General Electric, negli ultimi anni, sta cedendo diverse attività con l'obbiettivo di ridurre i propri costi e concentrare le proprie attività nel settore industriale.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha varato per decreto un divieto, valido dal 18 ottobre, all'entrata per cittadini di 8 paesi: Iran, Jemen, Libia, Somalia, Siria, Corea del Nord, Ciad e Venezuela. Nuovo è il divieto che interessa gli ultimi 3 paesi. Il Sudan invece è stato tolto dalla lista. Occorre tuttavia rilevare che a dipendenza dello Stato le restrizioni sono diverse. Per il Venezuela, a esempio, la proibizione vale unicamente per alcuni esponenti politici e funzionari del Governo socialista e le loro famiglie. I visti già concessi non sono interessati dal provvedimento.

Scatterà il 2 ottobre il servizio sperimentale di collegamento in battello sul Ceresio che darà modo ai frontalieri di raggiungere in maniera alternativa il loro posto di lavoro a Lugano o nella zona del Pian Scairolo. Ne dà notizia lunedì la Prealpina, rimarcando che tale attività avrà una durata provvisoria di tre mesi. Il servizio è gestito dalla Società di Navigazione Lago di Lugano e opererà in perfetta sinergia con l’autopostale 431 che collega Bissone a Lugano. La prima settimana ogni tratta sarà gratuita e chi deciderà di continuare avrà un’altra settimana "a costo zero". Il collegamento è sostenuto dai comuni di Collina d’Oro, Grancia e Lugano.

Nei commenti alla votazione del 24 settembre la NZZ scrive che il tema era troppo complicato e i votanti dovendo decidere hanno preferito non riformare. Sul Tages Anzeiger si sottolinea che tocca a chi ha vinto, il PLR, fare ora proposte alternative. Il Blick afferma che Berset non ha voluto ascoltare la destra e l'economia. Per la Basler Zeitung l'aumento di 70 franchi dell'AVS non è stato trainante. Per Le Temps le donne lavoreranno fino a 65 anni e le rendite diminuiranno. "E ora?", scrive La Tribune de Genève: "Il lavoro è complicato e tocca a Berset e al Governo rimboccarsi le maniche per trovare una soluzione soddisfacente".

Il consigliere nazionale e municipale di Mendrisio Marco Romano ha postato su Facebook le immagini dei vandalismi compiuti e della spazzatura lasciata da quelli che lui stesso definisce "imbecilli" al termine della "Sagra del Borgo" che ha animato il weekend appena andato in archivio. Il post è completato da alcune foto tristemente indicative. Romano rimarca come sia facile criticare, distruggere, ma poi "pretendere di tutto e di più". Il deputato PPD al Nazionale usa poi una citazione di Indro Montanelli per ricordare ai colpevoli (ma non solo a loro) che il mondo è quello che ognuno si costruisce e perciò "qualunque faccia avrà, vi somiglierà".

La sconfitta dei docenti in merito all’insegnamento della civica a scuola, voluto e deciso da quasi due terzi dei ticinesi alle urne è il tema più in evidenza sui quotidiani lunedì. Gianni Righinetti sul Corriere del Ticino evidenzia come sia evidente che "i ticinesi hanno voglia di più civica, ritenendo che oggi non si faccia abbastanza per i nostri ragazzi". Aldo Bertagni su La Regione Ticino ritiene che il voto evidenzi "una crisi di sistema" che ha investito la politica, con i ticinesi, che non si fidano più dei docenti. Il Giornale del Popolo a firma di Gianmaria Pusterla rileva come il tema della civica a scuola sia "una bella lezione di civica".

"Non ci gireremo attorno - ha detto ha detto Angela Merkel - avremmo voluto naturalmente un risultato migliore. Siamo però la forza maggiore del Paese, e contro di noi non può essere formato alcun governo". Martin Schulz registra con preoccupazione l'ingresso dell'AFD in Parlamento, partito di destra populista. "Nessun democratico può guardare altrove di fronte a una cosa del genere nel nostro Paese". "Faremo un'opposizione costruttiva" - ha riferito Alice Weidel di AFD, commentando il risultato. "Milioni di elettori ci hanno affidato il compito di portare avanti un lavoro costruttivo di opposizione".

Angela Merkel, secondo i primi exit poll, si appresta a conquistare il suo quarto mandato. Il suo partito infatti è in testa alle elezioni politiche con il 32,5% delle preferenze. La CDU è vincente ma perde una buona percentuale di sostenitori rispetto al 2013: quattro anni fa infatti ottenne il 41,5% dei voti. Risultato invece storico per Alternative für Deutschland, il partito di estrema destra, che con il 13% entra in Parlamento. Crollo invece per l’SPD, al 21%. Intanto proprio i socialdemocratici hanno già affermato che si rifiutano di governare con la cancelliera.

La bocciatura della previdenza per la vecchiaia 2020 da parte del voto popolare di domenica "apre la strada ad una vera riforma tesa a garantire le rendite dell'AVS", secondo quanto riporta un comunicato dell'UDC, contraria al progetto. I democentristi affermano che ripresentranno alle Camere le parti non contestate della riforma. Il PS sottolinea invece che la bocciatura della riforma non deve essere interpretata come un via libera ad uno smantellamento sociale. I socialisti preannunciano un "piano B" fondato su un abbassamento del tasso di conversione e un aumento dell'età di pensionamento, senza alcuna compensazione.

Alain Berset, dopo il "no" di popolo e cantoni alla riforma presidenziale, ha preso atto, domenica, del risultato delle urne e riconosciuto la sconfitta. "Conviene prendere in esame le conseguenze per la previdenza", ha dichiarato in conferenza stampa a Berna, aggiungendo che le discussioni proseguiranno su nuove basi. "E' troppo presto per trarre delle conclusioni", ha affermato il ministro dell'interno. "Il problema del finanziamento dell'AVS rimane irrisolto", ha sottolineato, anticipando l'intenzione del Governo di riunire "rapidamente" tutti gli attori interessati per fare il punto e trovare una strada per stabilizzare il primo e il secondo pilastro.

La riforma previdenziale non si farà. Il 52,7% dei cittadini che hanno votato domenica ha detto "no" al progetto di legge e un altro "no" (50,1%) al suo finanziamento, l'aumento dell’IVA a favore dell’AVS. I due oggetti hanno avuto la maggioranza dei cantoni. Tranne Zurigo e Basilea città, nessun cantone della Svizzera tedesca ha accettato. Le rendite AVS, quindi, non aumenteranno e le donne non dovranno lavorare fino a 65 anni. Il progetto avrebbe preso il via solo se entrambi gli oggetti fossero stati approvati. Singolare, tuttavia, la posizione dei cantoni Lucerna e Vaud, che pur respingendo la legge hanno approvato il decreto sull'IVA.

Popolo e cantoni hanno nettamente approvato il decreto federale per la sicurezza alimentare. Il testo è stato accolto da tutti i cantoni e con il 78,73% dei voti (1'942'931 schede). La partecipazione, inoltre, si è attestata al 46,41%. Il più alto tasso di approvazione si è registrato nel canton Vaud, con il 92,03%. In Ticino il decreto è stato approvato con l'87,68% dei voti (83'989 schede), mentre nei Grigioni i favorevoli hanno raggiunto il 74,52%. L'iniziativa intende promuovere la produzione di derrate alimentari provenienti da un'agricoltura rispettosa dell'ambiente, della protezione degli animali e di condizioni di lavoro eque.

E’ stato approvato dai cittadini di Davos con l’84% dei voti il progetto di ristrutturazione a tappe della pista di hockey su ghiaccio, da 35 anni la casa della compagine locale. Verrà così stanziato un credito di 25,5 milioni di franchi e i lavori inizieranno il prossimo anno. Termineranno nel 2020. Il budget iniziale era stato fissato dal consiglio comunale a 22,1 milioni, poi però sono stati aggiunti incrementi per migliorie in materia di assicurazione. Il popolo ha dovuto esprimersi per sbloccare 3,4 milioni supplementari. Si è recato alle urne il 48% degli aventi diritto al voto. Il cantone devolverà 5 milioni per il risanamento.

Axa-Winterthur cambierà il nome dieci anni dopo la sua acquisizione da parte del gigante francese dell'assicurazione Axa. Dal marzo 2018, l'assicuratore zurighese, infatti, abbandonerà nella sua ragione sociale il termine Winterthur, marchio che portava la compagnia prima di essere venduta da Credit Suisse. L'abbandono di questa specificità elvetica interviene nell'ambito del progetto mondiale di rinnovo dell'immagine di Axa. In questo contesto "abbandoniamo il complemento Winterthur", ha dichiarato Antimo Perretta, presidente della direzione dell'assicuratore. "Axa è molto più noto", argomenta, dando indicazione di prodotti allo studio.

L'iniziativa popolare ticinese “Educhiamo i giovani alla cittadinanza” è passata con il 63,4% dei voti. La legge sulla scuola verrà modificata e l'educazione alla civica, alla cittadinanza e alla democrazia dovrà essere insegnata come materia a sé stante alla scuola media, con una dotazione oraria di almeno 2 ore mensili ed una nota distinta. Inoltre, è passato con il 71,1% il controprogetto all'iniziativa popolare "uno per tutti, tutti per uno", sulla solidarietà nel finanziamento della scuola dell'obbligo e delle istituzioni sociosanitarie fondamentali per i cittadini, da parte di Cantone e comuni.

La raccolta delle firme per la nuova iniziativa dell'UDC contro la libera circolazione delle persone - intitolata "Limite alle frontiere", potrebbe iniziare il prossimo gennaio. Il testo è attualmente all'esame della Cancelleria federale e il partito spera di ottenere il via libera a dicembre. L'assemblea aveva approvato il lancio dell'iniziativa il 24 giugno scorso. Il documento scelto da quest'ultima include il divieto di firmare nuovi accordi internazionali contrari al principio di limitazione dell'immigrazione e prevede che la Svizzera regoli in maniera autonoma l'immigrazione.

La riforma previdenziale è definitivamente bocciata. La maggioranza dei cantoni si è infatti pronunciata contro il decreto sul finanziamento aggiuntivo dell'AVS attraverso l'IVA. Proprio quest'oggetto, implicando una modifica costituzionale, richiedeva per la sua approvazione, oltre alla maggioranza dei votanti, anche quella dei cantoni. Contro il decreto si sono finora schierati 14 cantoni. I risultati vanno praticamente di pari passo con quelli concernenti la legge federale di riforma, la quale necessitava solo il "sì" della maggioranza popolare per risultare approvata.

I cittadini di Faido erano chiamati a votare domenica su un'iniziativa popolare per la riduzione del numero dei municipali da 7 a 5 e da 33 a 25 quello dei consiglieri comunali, così come il controprogetto che prevedeva una riduzione solo nell'Esecutivo. Entrambi i temi sono stati bocciati alle urne. Acquarossa, "sì" alla casa comunale I cittadini di Acquarossa hanno invece dato il via libera al credito di 3,5 milioni di franchi per la costruzione dello stabile della futura casa comunale. Contro il credito, approvato dal Legislativo in aprile, era stato lanciato un referendum.

Si consolida la tendenza ad un "no" per la legge federale di riforma previdenza 2020. Secondo una nuova proiezione dell'istituto gfs.bern, il testo verrebbe respinto domenica dal 53% dei votanti. Si registra invece una situazione di sostanziale parità, 50-50%, per quanto concerne il decreto sul finanziamento aggiuntivo dell'AVS attraverso un aumento dell'IVA. Il Ticino va invece in controtendenza rispetto al dato nazionale. Mancano ancora i dati dei maggiori centri, ma a profilarsi è comunque un "sì" a entrambi gli oggetti. Strada completamente in discesa, invece, per il decreto federale sulla sicurezza alimentare: il testo è stato finora accolto da 17 cantoni.

Gli urani hanno aderito largamente al credito di 115 milioni di franchi per l’ammodernamento e ampliamento dell’ospedale cantonale a Altdorf. I "si" sono stati 9'209 i "no" 1'563. Il progetto prevede la costruzione d’un edificio nuovo di 4 piani entro il 2022. Pure approvata la nuova legge ospedaliera. SZ: contributi culturali Gli svittesi hanno approvato la disdetta per la fine del 2021 dell'accordo di cofinanziamento delle grandi istituzioni culturali di Zurigo e Lucerna. In seguito il Cantone continuerà a fornire il proprio sostegno (attualmente di 1,8 milioni di franchi all'anno) ma lo farà attingendo al suo fondo delle lotterie.

I neocastellani hanno approvato ad ampia maggioranza la creazione di una circoscrizione elettorale unica. I distretti elettorali vengono aboliti e viene creata un’unica circoscrizione. Questa novità si tradurrà in una “contrazione” del Parlamento i cui seggi scenderanno da 115 a 100. Bocciato Palazzo di giustizia I neocastellani hanno detto di no alla costruzione del nuovo Palazzo di giustizia a La Chaux-de-Fonds che prevedeva una spesa di poco inferiore a 50 milioni di franchi. A prevalere sembra essere stato il campanilismo. E' stato d'altra parte deciso il rinvio della armonizzazione della ridistribuzione delle ritenute fiscali dei frontalieri.

Lo spoglio dei voti è appena iniziato, ma già cominciano a delinearsi alcune tendenze di fondo per l'esito delle votazioni federali di domenica. Le prime indicazioni fornite dall'istituto gfs.bern sulle votazioni di domenica preconizzano un "no" alla riforma delle pensioni. Gli esperti sottolineano che per il momento non è ancora possibile avanzare previsioni sul decreto sull'aumento dell'AVS. Il decreto per l'iscrizione della sicurezza alimentare nella Costituzione federale, sempre secondo gfs.bern, va verso un chiaro "sì" al testo, elaborato in Parlamento come controprogetto diretto ad un'iniziativa popolare poi ritirata.

E' sempre più vicina l'approvazione della modifica della legge sulla scuola, che stabilisce che l'educazione alla civica, alla cittadinanza e alla democrazia deve essere insegnata come materia a sé stante alla scuola media, con una dotazione oraria di almeno 2 ore mensili ed una nota distinta. Sono stati scrutinati per ora 111 comuni su 115 e i si vincono per ora in larga misura con il 63.9% dei voti. Verso un netto sì - 70.9% - anche al controprogetto all'iniziativa popolare "uno per tutti, tutti per uno", sulla solidarietà nel finanziamento della scuola dell'obbligo e delle istituzioni sociosanitarie fondamentali per i cittadini, da parte di Cantone e comuni.

I votanti del canton Zurigo hanno approvato a larga maggioranza la soppressione dell’aiuto sociale ai rifugiati che non hanno ottenuto l’asilo che sono provvisoriamente ammessi per impossibilità di rimpatrio. Il sostegno era di 1'000 franchi e interessa 5'600 persone. Il sostegno sarà concesso solo per i casi d'urgenza. SO: "sì" a formazione medici assistenti I solettesi hanno deciso l'adesione cantonale al programma di formazione di medici assistenti negli ospedali con il 71% di voti a favore. Per Soletta si tratta d'un esborso supplementare di circa 2 milioni di franchi all'anno. Otto cantoni e 4 semi cantoni hanno già approvato il sostegno.

Un vaso cinese stimato attorno a 500-800 franchi è stato venduto per 5 milioni di franchi durante un’asta che si è svolta a Ginevra giovedì scorso. L’appassionato della ceramica è un uomo asiatico che è stato disposto a pagare 10'000 volte di più il prezzo di partenza. Sull’oggetto sono rappresentati tre dragoni blu su uno sfondo giallo ed è stato realizzato all’inizio del Ventesimo secolo. Le due persone che si sono contese il "prezioso" affermano che in verità risale al Diciottesimo secolo. Il precedente primato era stato raggiunto con una statua di un Buddha in bronzo, aggiudicata per 550'000 franchi.

A Ginevra occorreranno meno firme per iniziative e referendum. La modifica costituzionale è stata approvata dal 62% dei votanti. Prevede un abbassamento dal 4% al 3% della quota degli aventi diritto richiesta per un’iniziativa costituzionale e dal 3% al 2% per iniziative legislative e referendum facoltativi LU: no a soppressione lingua straniera I votanti lucernesi hanno bocciato con 77'062 no e 56'640 si l'iniziativa che chiedeva che solo una lingua straniera fosse insegnata nelle scuole primarie. Per gli iniziativisti posticipare l'apprendimento di una delle due lingue (inglese e francese) non rappresenterebbe un inconveniente. Diverso l'avviso dei votanti.

Dopo i toni bellici nei confronti della Corea del Nord, ora Donald Trump dal suo profilo Twitter si è scagliato contro il mondo dello sport. Due i fronti aperti: uno contro tutti coloro che non si alzano in piedi durante l’inno nazionale suonato a inizio partite e l’altro contro la stella del basket Stephen Curry dei Golden State Warriors che ha declinato l’invito di recarsi in visita alla Casa Bianca (che poi Trump ha ritirato perché indispettito). Nel 2016 il primo a mettersi in ginocchio durante l'inno fu Colin Kaepernick (football americano) che decise in questo modo di protestare contro le discriminazioni razziali.

Il Chiasso ha ceduto in prestito Alessio Bellante e Gioele Franzese allo United Zurigo, club che milita in Promotion League. Il primo è un portiere classe '95 cresciuto nelle giovanili del Lugano, mentre il secondo è un 18enne attaccante autore di una rete in 3 presenze con i rossoblù.

-Il Chiasso ha comunicato di aver ceduto in prestito sino al 31.12.2017 all'FC United Zurigo, squadra di Promotion League, i calciatori Alessio Bellante e Gioele Franzese. Il primo, di ruolo portiere, non ha mai giocato in questo campionato con i rossoblù, il secondo (attaccante) ha realizzato un gol in tre partite.

Triathlon: Igor Nastic ha colto il secondo posto assoluto nel primo Triathlon Internazionale di Belgrado, svoltosi sulla distanza del mezzo Ironman (1,9km a nuoto, 90km in bicicletta, 21km a corsa). Il 38enne ha chiuso in 4h12'08" ed è stato battuto solo dal croato Dejan Patrcevic (4h10'49").

Il ticinese Igor Nastic si è classificato secondo nella 1a edizione del Triathlon di Belgrado, chiudendo con un tempo di 4h12'08'' alle spalle del croato Dejan Patrcevic. La gara è stata disputata sulla distanza mezzo Ironman (1.9km a nuoto, 90km in bicicletta, 21km di corsa).

-Reto Ziegler ha trovato una nuova sistemazione. Il 31enne ex nazionale rossocrociato è stato infatti ingaggiato dal Lucerna sino al termine del 2017. L'esterno in estate non era stato confermato dal Sion ed era alla ricerca di un nuovo contratto. -Lo Zurigo dovrà fare a meno di Moussa Koné per diverse settimane. Il 20enne attaccante senegalese si è procurato sabato contro il Basilea una rottura parziale di un legamento della caviglia sinistra.

Lo Zurigo dovrà rinunciare per alcune settimane a Moussa Koné, vittima di una rottura parziale del legamento della caviglia sinistra. Il 20enne attaccante era stato sostituito nella gara persa sabato dai tigurini contro il Basilea.

Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, è stato inibito per un anno dal Tribunale della Federcalcio italiana. Il numero uno bianconero è stato punito per i rapporti con i tifosi ultrà nell'affare della vendita illecita di biglietti dello Stadium e dovrà pagare una multa di 20'000 euro. Al club ha ricevuto un'ammenda da 300'000 euro. La Procura Federale aveva chiesto 30 mesi di inibizione e 50'000 euro di multa per il figlio di Umberto. Tra dirigenti ed ex dirigenti della Vecchia Signora sono stati sanzionati anche Francesco Calvo, Stefano Merulla e Alessandro Nicola D'Angelo.

A meno di una settimana dal debutto in LNA, in trasferta sul parquet degli Starwings, i Lugano Tigers si sono ufficialmente presentati alla stampa. "La società - ha detto il presidente Alessandro Cedraschi - sta cercando di rinnovarsi la sua immagine e di avvicinarsi alla popolazione. Abbiamo creato un nuovo logo, faremo una campagna d'abbonamenti mirata ed inoltre promuoveremo delle campagne di beneficienza". Questa sarà l'ultima stagione con la Helsinn: "Dopo 13 anni lasceremo perché il Cantone ha deciso di tassare retroattivamente la sponsorizzazione", ha spiegato il CEO Riccardo Braglia.

Jil Teichmann (WTA 170) ha festeggiato il suo fin qui più grande successo nel circuito WTA battendo per 6-4 3-6 6-3 nel primo turno del torneo di Wuhan l'australiana Samantha Stosur (44). Prossimo ostacolo sul cammino cinese della wild-card bernese sarà la slovacca Dominika Cibulkova (9).

Il Napoli, leader della classifica di Serie A insieme alla Juventus, dovrà fare a meno per i prossimi quattro mesi del suo attaccante Arkadiusz Milik. Il polacco si è ferito ai legamenti del ginocchio sinistro durante la partita di sabato con la SPAL ed è già stato operato.

È costata cara all'allenatore del Villarreal la sconfitta per 4-0 sul campo del Getafe nella 6a giornata della Liga spagnola. Fran Escribá è infatti stato esonerato. Nelle prossime ore la società annuncerà il nome del suo successore.

-E' costata cara all'allenatore del Villarreal la sconfitta per 4-0 sul campo del Getafe, valida per la 6a giornata della Liga spagnola. Fran Escribá è stato esonerato. Nelle prossime ore la società annuncerà il nome del suo successore. -Il Napoli, leader della classifica di Serie A insieme alla Juventus, dovrà fare a meno per i prossimi quattro mesi del suo attaccante Arkadiusz Milik. Il polacco si è ferito ai legamenti del ginocchio sinistro durante la partita di sabato con la SPAL ed è già stato operato.

-Gregory Hofmann sarà in pista martedì alla Resega nella sfida tra Lugano e Zugo. L'attaccante bianconero, di rientro dal camp sostenuto con i Carolina Hurricanes, lunedì mattina si è allenato con i compagni nonostante un viaggio di 18 ore per tornare in Svizzera ed una nottata non del tutto tranquilla a causa del jet-lag.

Grazie al successo di sabato al torneo ITF di San Pietroburgo, Belinda Bencic ha guadagnato 115 posti nella classifica WTA pubblicata lunedì ed è ora 197a. La sangallese era al rientro dopo l'operazione ad un polso subita in maggio. La 20enne è la 7a elvetica, avendo superato Amra Sadikovic. E' vicinissima a Stefanie Voegele (196a) e Connie Perrin (193a). La migliore resta Timea Bacsinszky (33a, +1), che però ha posto fine alla stagione per infortunio. Guida la spagnola Garbine Muguruza. Roger Federer è sempre no.2 ATP dietro a Rafael Nadal; Stan Wawrinka, fermo fino al 2018, è sceso di un rango (9o).

I media statunitensi hanno annunciato che i Chicago Bulls e Dwyane Wade si sono accordati per chiudere anticipatamente il contratto che li legava. Il 35enne, vincitore di tre titoli NBA, rinuncerà a parte dei 20 milioni di dollari che avrebbe dovuto ricevere nella stagione ormai alle porte in cambio della possibilità di scegliere liberamente la sua nuova squadra.

Le Ladies del Lugano hanno conosciuto un inizio di campionato amaro. Nelle prime due partite della stagione le bianconere, ora affidate ad Iris Müller, hanno perso per 3-2 dopo i rigori sabato a Thun e sono nuovamente state sconfitte domenica per 5-0 alla Resega dallo Zurigo.

-Il serbo Mitar Trivunovic è stato nominato nuovo coach sia della squadra maschile sia di quella femminile del Winterthur, entrambe militanti in LNA. Il 40enne assume la doppia carica già rivestita da Daniel Rasljic, che ha deciso di concentrarsi sull'attività di ds. L'ex giocatore di Pully e Nyon la scorsa stagione è stato vice allenatore dello Sloga Kraljevo. -I Chicago Bulls e Dwyane Wade hanno trovato un accordo per porre fine al contratto del 35enne, spesso infortunato nelle ultime stagioni. Il vincitore di 3 titoli NBA avrebbe rinunciato a una parte del suo salario di 20 mio di $ per potere andare in un altro club.

Il serbo Mitar Trivunovic è stato nominato nuovo coach sia della squadra maschile sia di quella femminile del Winterthur, entrambe impegnate nei massimi campionati svizzeri. Il 40enne, ex giocatore di Pully e Nyon, la scorsa stagione ha occupato il posto di vice allenatore dello Sloga Kraljevo in Serbia.

-Stefanie Voegele ha colto il suo primo successo sul circuito WTA da gennaio. A lungo infortunata, l'elvetica, 196a giocatrice mondiale, ha superato il 1o turno del torneo di Tashkent. Ha battuto per 6-1 6-3 l'uzbeka Sabina Sharipova (WTA 173). Negli ottavi affronterà la ceca Marketa Vondrousova (63), che non ha mai incontrato.

Stefanie Vögele (WTA 196) ha ritrovato quella vittoria nel circuito che le mancava dal mese di gennaio. A lungo ferma per un infortunio, l'argoviese ha sconfitto per 6-1 6-3 nel primo turno del torneo di Tashkent l'uzbeka Sabina Sharipova (173). Negli ottavi l'elvetica affronterà per la prima volta in carriera la ceca Marketa Vondrousova (63).

Con un bel tiro da fuori area Remo Freuler ha regalato un pareggio all'ultimo respiro all'Atalanta al Franchi contro la Fiorentina nell'ultimo posticipo del 6o turno di Serie A. In vantaggio con un capolavoro di Chiesa al 12', i Viola si sono appunto fatti raggiungere sull'1-1 al 94' dal nazionale rossocrociato.

L'Europa si è aggiudicata a Praga la prima edizione della Laver Cup. A regalare il trofeo al team del Vecchio Continente è stato Federer (ATP 2), vittorioso contro Kyrgios (29) per 4-6 7-6 (8/6) 11/9 nel quarto match di domenica, il dodicesimo in totale. L'elvetico ha avuto la forza di reagire contro l'ispirato australiano ed evitare così lo spareggio nel doppio. In una giornata in cui erano 3 i punti assegnati a una vittoria, la squadra del resto del mondo ha dunque solo sfiorato la rimonta, illusa dai successi ottenuti da Sock/Isner in doppio e ancora da Isner contro Nadal.

MTB: per il secondo anno consecutivo Reto Indergand si è aggiudicato la Swiss Cup. Nella settima e ultima tappa, tenutasi a Carona, al 25enne urano è bastato piazzarsi 6o per trionfare. In Ticino a imporsi è stato il francese Titouan Carod, mentre Nino Schurter è giunto 9o. Tra le donne il successo parziale è andato ad Alessandra Keller, mentre la generale è stata vinta da Sina Frei.

Mathias Seger resterà lontano dal ghiaccio per diverse settimane. Il 39enne giocatore dello Zurigo si è fratturato una mano venerdì nel match contro il Bienne.

-Remo Freuler è stato protagonista nel posticipo di Serie A tra Fiorentina e Atalanta. Il centrocampista elvetico ha firmato a pochi secondi dal termine la rete che ha permesso alla compagine di Gasperini di pareggiare 1-1 a Firenze. -Vladimir Petkovic dovrà fare a meno di Gelson Fernandes nelle ultime due partite di qualificazione ai Mondiali contro Ungheria e Portogallo (7.10 e 10.10). Il centrocampista dell'Eintracht Francoforte, che vanta 64 presenze con la casacca rossocrociata, dovrà osservare alcune settimane di riposo forzato a causa di uno strappo muscolare alla coscia sinistra patito nella partita di sabato persa 2-1 a Lipsia.

Dopo il primo girone completo di RSL è lo Young Boys a comandare la classifica. Nel nono turno i bernesi sono andati a imporsi per 1-0 in Vallese, centrando così la sesta vittoria stagionale e portandosi a 20 punti. A condannare il Sion è stata la rete messa a segno da Assalé con un'azione pregevole a inizio ripresa. Nell'ultimo match di giornata, il San Gallo ha confermato il suo ottimo momento, superando per 3-0 il Thun. I biancoverdi sono così saliti al 2o posto solitario a -5 dalla vetta, mentre gli ospiti occupano l'ultima piazza a braccetto con il Lugano.

-Il Chiasso è uscito sconfitto nello scontro diretto per il quarto posto in BCL. A Vaduz i rossoblù sono stati battuti 1-0 dalla compagine di casa, che ha potuto festeggiare grazie alla rete firmata da Jullich al 63'. I momò sono ora quinti in graduatoria a -3 dalla squadra del Principato.

L'Ambrì ha chiuso il weekend con due sconfitte e un punto. Dopo il ko incassato sabato all'overtime contro lo Zurigo, i biancoblù sono usciti battuti dal ghiaccio del Davos per 4-2. Avanti 2-1 fino alla seconda sirena grazie alle reti di Zwerger e Mueller, che hanno risposto al vantaggio di Little, la squadra di Cereda ha compromesso l'esito del match a metà del terzo periodo. In 2'25", tra il 51' e il 53', i gialloblù hanno infatti superato per tre volte Conz grazie agli spunti di Nygren, Sciaroni e Walser. I leventinesi restano al 9o posto con 7 punti, a -1 dal Losanna (8o).

Il Lugano ha incassato il terzo ko consecutivo in campionato. A Cornaredo i bianconeri sono stati sconfitti per 3-0 dal GC e sono ora ultimi in classifica con 8 punti, a pari merito con il Thun. La squadra di Tami ha offerto una prova generosa, senza però riuscire a creare particolari problemi a Lindner. Le Cavallette ne hanno così approfittato con cinismo, aprendo le marcature nel primo tempo con il rigore di Sigurjonsson e chiudendo i conti nella ripresa con le reti firmate da Bajrami e Pusic. Per gli ospiti si tratta del 3o risultato utile in 3 match di RSL dall'arrivo di Yakin (2 vittorie e un pareggio).

Peter Sagan si è laureato per la terza volta campione del mondo! Sulle strade di Bergen dopo 267,5km lo slovacco ha battuto al fotofinish il beniamino di casa Alexander Kristoff. Sul gradino più basso del podio è salito l'australiano Michael Matthews. Il 27enne ha raggiunto nell'albo d'oro Alfredo Binda, Oscar Freire, Rik Van Steenberger ed Eddy Merckx, ma è il primo nella storia a raggiungere quota tre successi in tre edizioni filate. A tenere alti i colori rossocrociati ci ha pensato Michael Albasini, rimasto in lotta per la vittoria sino alla fine e piazzatosi al settimo posto.

Morbidelli ha guadagnato 12 punti nella classifica generale di Moto2 su Luethi quando mancano quattro gare al termine della stagione. L'italiano ha infatti vinto il GP d'Aragona davanti a Pasini e Oliveira. Ai piedi del podio si è invece piazzato il rossocrociato. Aegerter ha colto il 12o posto. Podio tutto spagnolo nelle MotoGP con Marquez, partito 5o, che ha battuto Pedrosa e Lorenzo. Dovizioso, 7o, è lo sconfitto di giornata mentre Rossi, al rientro dopo l'infortunio, è giunto 5o. Nelle Moto3 Mir ha confermato di essere il leader del Mondiale, ottenendo l'ottavo successo stagionale.

Brutte notizie per il Davos. La squadra di Arno Del Curto deve infatti aggiungere alla lista degli infortunati Enzo Corvi e Dino Wieser. Il primo ha subito una commozione cerebrale nella partita di sabato sera contro lo Zugo e sarà assente a tempo indeterminato, il secondo invece ha rimediato un infortunio per il quale sono in corso degli accertamenti.

-Continua l'emergenza infortuni in casa Davos. Nell'infermeria della squadra di Arno Del Curto si sono infatti aggiunti Enzo Corvi e Dino Wieser. Il centro numero 70 ha rimediato una commozione cerebrale sabato contro lo Zugo e sarà indisponibile a tempo indeterminato, mentre per l'ala sono in corso degli accertamenti. -Mathias Seger resterà lontano dal ghiaccio per diverse settimane. Il 39enne difensore dello Zurigo si è fratturato una mano venerdì nel match contro il Bienne.

Il keniano Eliud Kipchoge ha vinto domenica la maratona di Berlino, tagliando il traguardo in 2h03'34". Il campione olimpico in carica ha però fallito di 37" il record del mondo, anche a causa delle condizioni meteorologiche non ideali. Alle sue spalle sono giunti gli etiopi Guye Adola, alla prima presenza su questa distanza, e Mosinet Geremew. Gli altri due favoriti, Kenenisa Bekele e Wilson Kipsang, hanno abbandonato prima del 30o chilometro privando la gara di un finale più tirato.

La lettone Jelena Ostapenko, 10a giocatrice mondiale, ha vinto domenica il suo secondo titolo stagionale battendo in finale a Seoul la brasiliana Beatriz Haddad Maia (WTA 71). Dopo aver ceduto a sorpresa il primo set al tie-break (5/7), ha vinto le due frazioni seguenti con il punteggio di 6-1 6-4.

-La gara di Moto3 del GP d'Aragona scatterà alle 11h40 e non alle 11h00 a causa della nebbia. Sarà accorciata a 13 giri per permettere di correre quella di Moto2 alle 12h40 e di mantenere quella di MotoGP alle 14h00.

Il neozelandese Joseph Parker ha conservato la corona WBO dei pesi massimi. In un combattimento disputato a Manchester ha battuto ai punti il britannico Hughie Fury, cugino dell'ex campione mondiale Tyson Fury. Il 25enne, imbattuto in 24 incontri, ha ottenuto i favori di due giudici (118-110), mentre il terzo ha visto un pareggio (114-114).

Boxe: il neozelandese Joseph Parker ha conservato la cintura WBO dei pesi massimi, grazie al successo in un match svoltosi a Manchester contro il britannico Hughie Fury. Il 25enne, imbattuto da 25 incontri, ha sconfitto il cugino di Tyson ai punti: 118-110 118-110 114-114 il verdetto dei tre giudici. Atletica: Eliud Kipchoge ha rispettato i pronostici imponendosi nella maratona di Berlino in 2h03'34". Il keniano, campione olimpico in carica, ha mancato il record del mondo di 37" a causa delle condizioni meteorologiche non ideali. Alle sue spalle si sono piazzati gli etiopi Guye Adola e Mosinet Geremew.

Dopo sei finali perse da inizio anno, Caroline Wozniacki , 6a giocatrice mondiale, ha vinto domenica il suo primo titolo WTA della stagione. La danese nell'ultimo atto di Tokyo ha sconfitto per 6-0 7-5 la russa Anastasia Pavlyuchenkova (23). In semifinale aveva eliminato la numero 1 del ranking, la spagnola Garbine Muguruza.

NBA: è arrivata al capolinea l'avventura ai New York Knicks di Carmelo Anthony, che dopo sei stagioni lascia la Grande Mela per trasferirsi agli Oklahoma City Thunder. L'ex stella dei Denver Nuggets raggiunge così altri due giocatori di primo piano nel panorama nordamericano, ovvero Russell Westbrook e Paul George. In cambio, la franchigia newyorkese ha ottenuto il centro Enes Kanter, l'ala Doug McDermott e una 2a scelta al prossimo draft.

È arrivata al capolinea l'avventura ai New York Knicks di Carmelo Anthony, che dopo sei stagioni lascia la Grande Mela per trasferirsi agli Oklahoma City Thunder. L'ex stella dei Denver Nuggets raggiunge così altri due giocatori di primo piano nel panorama nordamericano, ovvero Russell Westbrook e Paul George. In cambio, la franchigia newyorkese ha ottenuto il centro Enes Kanter, l'ala Doug McDermott e una 2a scelta al prossimo draft.

Roger Federer e Rafael Nadal hanno regalato il 9-3 al team europeo al termine della seconda giornata di Laver Cup. Dopo aver vinto i rispettivi singolari nel pomeriggio, a Praga l'elvetico e lo spagnolo hanno trionfato anche in doppio superando per 6-4 1-6 10/5 gli statunitensi Jack Sock e Sam Querrey. Nel match d'apertura della sessione serale, l'australiano Nick Kyrgios aveva invece superato il ceco Tomas Berdych per 4-6 7-6 (7/4) 10/6, conquistando l'unica vittoria di giornata per la compagine del resto del mondo. Domenica, nella giornata conclusiva, ogni partita metterà in palio 3 punti.

Dopo sei sconfitte consecutive il Kloten ha trovato il primo successo e i primi punti in campionato. Davanti al proprio pubblico gli Aviatori hanno sconfitto con un netto 4-0 il Langnau nella sfida valida per il 7o turno. In vetta alla graduatoria continua invece la marcia del Friborgo, che è salito a quota 18 grazie alla vittoria per 4-2 colta sul ghiaccio del Ginevra. Nonostante il ko per 5-2 subito nel derby contro il Berna, il Bienne ha dal canto suo mantenuto la seconda posizione e vanta ora una sola lunghezza di margine sugli Orsi e sullo Zugo, impostosi con un chiaro 5-1 sul Davos.

L'Ambrì è stato sconfitto per 5-4 all'overtime dallo Zurigo. A decidere il match della Valascia è stata la rete siglata al 64' da Pettersson in superiorità numerica, con D'Agostini sulla panchina dei penalizzati. La sfida è stata molto equilibrata, con nessuna delle due compagini capace di portarsi avanti di due reti nei 60'. Chiuso sul 3-3 il secondo tempo (di Monnet, Fora e Trisconi i gol dei padroni di casa), i biancoblù sono passati a condurre al 45' con Zwerger, ma Nilsson al 47' ha ristabilito la parità. Da notare che il momentaneo 2-2 degli ospiti è stato siglato da Pestoni.

Il Lugano ha subito il secondo ko stagionale, il primo in trasferta. Impegnata nel settimo turno sul ghiaccio del Losanna, la squadra allenata da Ireland è stata sconfitta per 4-1. La compagine di casa ha fatto la differenza a cavallo della seconda pausa, quando Frick e Zangger hanno rotto l'equilibrio portando la sfida sul 3-1. Herren al 48' ha poi chiuso definitivamente i conti. L'unico gol bianconero è stato firmato da Buergler al 20'. Il top scorer dei sottocenerini ha risposto a Danielsson e ha trovato il momentaneo 1-1 sorprendendo Huet da posizione defilata.

Il Basilea è tornato ad assaporare il gusto della vittoria in campionato. Dopo aver raccolto due punti nelle ultime quattro giornate, i renani hanno conquistato la posta piena contro lo Zurigo, imponendosi 1-0 al San Giacomo. La rete decisiva è stata firmata al 62' da Oberlin, abile a infilare Vanins sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Nel 2o anticipo del nono turno, il Losanna ha sbancato per 3-2 il campo del Lucerna e ha così scavalcato Thun e Lugano in fondo alla graduatoria. Fondamentale per i vodesi è stato il rigore parato nel finale da Castella a Juric (già autore di una doppietta).

Una partita di quelle incredibili è andata in scena alla Zielbau Arena di Winterthur. Sotto per 5-0 a metà del secondo periodo contro il Turgovia, gli zurighesi sono riusciti a piazzare una rimonta pazzesca, in particolare grazie ai quattro gol messi a segno negli ultimi dieci minuti di gioco. Trovato il pareggio, gli uomini di casa hanno poi colto il 6-5 finale con Tim Wieser nell'overtime.

-Gregory Hofmann tornerà presto a vestire la maglia del Lugano. L'attaccante bianconero non ha infatti superato il cut al camp dei Carolina Hurricanes. Il 24enne figura tra i 13 giocatori tagliati nella giornata di sabato dalla compagine di NHL, che ha ridotto il roster a 40 giocatori. -Il Losanna dovrà fare a meno di Joel Vermin per le prossime 4-6 settimane. Il 25enne attaccante, autore di due reti nelle prime cinque partite di campionato, si è fratturato un dito della mano destra nel match perso dai vodesi venerdì sera contro il Berna.

Il Losanna dovrà fare a meno per le prossime 4-6 settimane dell'attaccante Joël Vermin che si è fratturato il dito medio della mano destra. Il 25enne cresciuto nella giovanili del Berna ha messo a segno 2 gol in 5 presenze con la maglia dei vodesi in quest'inizio di stagione.

Per la prima volta in stagione il Paris Saint-Germain di Unai Emery non è riuscito a vincere. La compagine parigina, protagonista di un calciomercato estivo faraonico, fin qui si era infatti imposta in tutte le partite che aveva disputato nelle varie competizioni. Quest'oggi invece Cavani e compagni - orfani di Neymar assente per un lieve infortunio - non sono riusciti ad andare oltre lo 0-0 in casa del Montpellier, e ora nella classifica della Ligue 1 guidano con un solo punto di vantaggio sul Monaco.