Contenuti in evidenza

Tutti

Cima Norma Arte

Una fabbrica, tre mostre

Cima Norma Arte

Credits: Claudia Quadri e Gioconda Donato

Ha dato lavoro a centinaia di persone della valle di Blenio, poi ha conosciuto vicende alterne. La Cima Norma, ex fabbrica di cioccolato, spicca per le sue dimensioni alle spalle del piccolo villaggio di Torre. Dietro le sue facciate nel frattempo è tornata l’attività. Oggi ospita arte contemporanea.

Fino al 12 ottobre la Cima Norma presenta tre mostre: Simon Berz fa musica con le pietre, le sue sculture sonore funzionano con elementi della natura – Stein Klang Ort Zeit.

Markus Keibel brucia libri e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e ne usa le ceneri per creare le sue opere che ammoniscono: certe conquiste dell’umanità vanno protette – The Organon Experiment.

Debora Hirsch ha curato la mostra Ecoshifters con 12 video di altrettanti artisti – lei compresa. I video interagiscono e cercano di fare emergere realtà nascoste, puntando sulla poesia e sulla forma.

Se nelle metropoli è una cosa frequente, in una realtà piccola come quella della Svizzera italiana, l’esempio di una fabbrica “riconvertita” per ospitare attività culturali è decisamente raro. L’invito è quello di visitarla al più presto!