Contenuti in evidenza

Tutti

Natural Caos

“Per quanto possa sembrare inoffensiva, qualsiasi cosa in natura è una minaccia!” Parola di Alessandro Bavari.

Cult+ Ludi Florales di Alessandro Bavari

Alessandro Bavari sembra un cinquantenne tranquillo e pacato, quasi un po’ timido, con una flemma tipicamente romana. Le sue opere video o fotografiche, invece, sono l’opposto, raccontano del caos del mondo, dell’inquietudine umana, di quanto sia difficile il mestiere di vivere o sopravvivere. Di sicuro è un maestro: le sue “fotografie inscenate” ricordano i quadri di Hieronymus Bosch (Il giardino delle delizie, per esempio), le sue animazioni video il David Lynch più surreale e allucinato degli esordi (Eraserhead del 1977 fra tutti).

Cult+ ha seguito la nascita di uno dei suoi ultimi lavori: Ludi Florales. Bandita la computer graphic, ci sono solo piante, fiori, licheni, fotografati di continuo nella loro lotta per riuscire ad esistere. Non fatevi ingannare dal titolo: niente cieli blu, fiorellini e uccellini cinguettanti. Qui, la natura è inquieta e fa paura!

«Dentro i sogni e gli incubi di un artista»

“Fare arte è una necessità. Se Leonardo Da Vinci avesse avuto il computer, di sicuro l’avrebbe usato per fare arte!”

Le opere di Alessandro Bavari nascono nel dormiveglia: sul comodino, tiene sempre un taccuino per annotare quello che entra nella sua mente, in quel limbo fra i pensieri e i sogni.  Poi trasforma tutto in arte, con la macchina fotografica, con la telecamera, con il computer. È quasi un artigiano del PC, come se la macchina fosse solo un prolungamento del suo corpo, un organo in più per espletare la necessità quasi fisiologica del fare arte. È difficile spiegare a parole l’universo creativo di Bavari, la sua arte totale: dovete ascoltarlo, guardare le sue immagine, e lasciarvi sommergere dai suoi sogni e dai suoi incubi.