Contenuti in evidenza

Tutti

Elfi, farfalle e cha cha cha

Avete già visto un elfo? Noi no, ma Bego Anton ne ha seguito le tracce in Islanda. E presenta il suo lavoro al Verzasca Foto Festival

Cult+ - Bego Anton

Credits: Claudia Quadri - Gioele Di Stefano

Viene da Bilbao, Spagna. Si chiama Bego Anton – Bego, diminutivo di Begonia. È andata a caccia di elfi in Islanda, ha organizzato una sfilata di moda in un campo nudista, si è entusiasmata per il “musical canine freestyle” – sport in cui umani e cani danzano insieme. Le piacciono le storie interessanti dal punto di vista sociologico, ma anche un po’ inconsuete. Insomma, il lato B(ego) delle cose. Cult + ha incontrato la fotografa Bego Anton in occasione del Verzasca FOTO Festival, a Sonogno.

«W l'analogico»

Ok, ok, nel nostro servizio non c’è la sfilata di moda che Bego ha organizzato in un campeggio per nudisti. Ma online c’è questo e altro… Per esempio: avete già visto un ufo? Noi no, ma alcune persone dicono di averci a che fare. E la giovane fotografa Bego Anton adora ascoltare e raccontare storie. Nel rispetto delle convinzioni altrui, con la sua macchina analogica, realizza immagini su temi delicati e controversi. Come mai non si è convertita al digitale?

«Bego da brivido»

Come vive la gente in situazioni di freddo estremo? Qual è il rapporto tra persone, animali e natura quando la temperatura scende sotto lo zero? La fotografa basca Bego Anton, curiosa di scoprire un clima così diverso da quello a cui lei è abituata, ha realizzato un progetto in Islanda, durante l’inverno.