Contenuti in evidenza

Tutti

Un CINE per il CISA

Dal mese di maggio 2016, staff e studenti del Conservatorio Internazionale di Scienze Audiovisive di Lugano hanno rilevato lo storico cinema di Massagno. E puntano in alto!

Cult+ Un CINE per il CISA

Credits: Claudia Quadri - Gioele Di Stefano

Lamone, Ambrì, Ponte Tresa, Gordola, Stabio…Nella Svizzera italiana c’erano decine di sale cinematografiche. La concorrenza della televisione e la politica dei distributori però, hanno lasciato alle piccole sale solo le briciole. Da anni il pubblico diminuisce e la crisi continua: il cinema di Paradiso è appena stato demolito, l’Ideal di Giubiasco è chiuso, il Cittadella non esiste più, il Corso di Lugano sembra purtroppo a “fine corsa”… Per fortuna il cinema Lux di Massagno resiste, grazie all’ultima coraggiosa gestione di Maurice Nguyen e di chi prima di lui ha difeso il cinema di qualità e ha valorizzato la struttura. E dal mese di maggio 2016, il cinema Lux è stato ripreso dal Conservatorio Internazionale di Scienze Audiovisive di Lugano, che ha grandi progetti. Continuano le proiezioni di cinema d’autore, così come le rassegne in lingua straniera – l’English Film Club ecc. Ma la sala viene usata anche per incontri e lezioni che fanno parte dell’offerta formativa del CISA, così come per proporre mostre e concerti. Due esempi? La mostra fotografica su Luigi Comencini, appena conclusa, oppure il concerto di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura il 26 novembre scorso. Inoltre il cinema Lux ospita altre iniziative - ogni primo martedì del mese c’è il film gratuito con Rete 3... Le idee per tenersi stretto il pubblico dei fedeli e per allargarlo ai più giovani, sono tante. E le forze non mancano: gli studenti del CISA infatti sono direttamente coinvolti nella gestione del cinema Lux. Che nel frattempo ha anche cambiato nome…

«Tre generazioni in cabina!»

Grandi sudate, tante soddisfazioni e qualche frustrazione. Tre dei “proiezionisti” del cinema Lux di Massagno, ricordano la loro esperienza.

Il cinema Lux è stato costruito dalla parrocchia nel 1958. Si chiama così perché è dedicato a Santa Lucia. Tra quelli che ci hanno lavorato, anche Filippo Chiarini, che ricorda la fatica di trovare film che attirassero il pubblico, già distratto dalla televisione, ma che rispondessero a certi criteri morali. Il primo film proiettato al Lux è stato “Mare caldo” con Clark Gable e Burt Lancaster. Da ricordare la gestione coraggiosa di Maurice Nguyen, di origini vietnamite e la cui famiglia gestiva una sala cinematografica a Saigon. Nguyen è stato direttore del Cinema Kursaal di Lugano, e poi, dopo alcuni anni al Cinestar, si è dedicato anima e corpo alla piccola sala di Massagno. Che oggi è diventata Lux Art House, sotto la direzione del CISA.

«Mi piace retrò!»

Un ex studente del CISA - Conservatorio Internazionale di Scienze Audiovisive di Lugano - parla del suo rapporto con il Cinema Lux Art House  - che contribuisce a gestire - e dei suoi gusti cinematografici.

«Metti un cinema sotto l’albero...»

Con il direttore del CISA – che gestisce il Lux Art House di Massagno – scopriamo i film e gli eventi di dicembre.

«Le 111 sale cinematografiche più belle della Svizzera»

C’è cinema e cinema… È appena uscito un volume in tre lingue dedicato ai cinema più belli del paese: centoundici schede corredate da molte fotografie, centoundici sorprese! Sono sei, le sale storiche della Svizzera italiana che troviamo nel volume - presentate dal nostro Marco Zucchi.