A cura di Maria Rosa Mancuso (RSI, 20.03.2019)

Incontro con Marco Missiroli

A cura di Maria Rosa Mancuso (RSI, 20.03.2019)

Marco Missiroli (Courtesy: Marco Missiroli / Facebook)

Fedeltà e tentazioni

Marco Missiroli indaga il rapporto fra ciò che siamo e ciò che vorremmo essere

“Scrivi di cose che conosci bene”. È il consiglio numero uno che danno le scuole di scrittura. Non tutti sono d’accordo. Molti scrittori celebrano la modernità dell’autofiction. Altri scrittori celebrano le gioie dell’invenzione. I lettori stanno in mezzo e scelgono (nulla offre più libertà di uno scaffale pieno di libri). Nelle storie vicine noi ci riconosciamo. Le storie lontane ci fanno vivere, senza rischio, esistenze diverse dalla nostra. Anche di questo abbiamo parlato con Marco Missiroli, in libreria con il romanzo “Fedeltà” (Einaudi), tra i candidati più forti al premio Strega 2019. Ma abbiamo parlato anche di Milano e di Rimini, dove la storia è inventata. E di tradimenti, perché non si dà fedeltà senza tentazioni.

Condividi

Correlati