"King’s Mouth" dei Flaming Lips

La recensione di Andrea Rigazzi

"King’s Mouth" dei Flaming Lips

Flaming Lips

Folle ispirazione artistica

Dagli inizi sguaiati ma subito deliranti degli anni ’80 a oggi, i Flaming Lips si sono confermati creatura plastica, se vogliamo in un certo senso pure mutante, pronta ad assecondare la folle ispirazione del suo frontman, Wayne Coyne. Non sorprende perciò che l’ultimo album, King’s Mouth, nasca come colonna sonora di una installazione artistica dello stesso Coyne.

Condividi

Correlati