Seguici con
WERNER-ERSKINE-KOPPEL-COLLEY - Lunedi 20 maggio - ore 20.30 - Ascona, Teatro del Gatto (nell'immagine: Peter Erskine)

WERNER-ERSKINE-KOPPEL-COLLEY

Lunedi 20 maggio - ore 20.30 - Ascona, Teatro del Gatto

“THE ART OF THE QUARTET”

Kenny Werner piano

Peter Erskine batteria

Benjamin Koppel sassofoni

Scott Colley contrabbasso

 

Dietro ad un programmatico ed impegnativo The Art of the Quartet (che ammicca al titolo che ha fatto conoscere l’arte in trio di un pianista come Brad Mehldau) si cela una all stars band con alcuni fra i musicisti più ricercati e versatili dell’odierna scena jazz, ognuno con i propri percorsi artistici da leader e da partner di lusso. Stavolta hanno deciso di esplorare insieme le potenzialità del classico quartetto jazz.

Dopo Steve Gadd un altro grandissimo batterista onora della propria presenza il ciclo Tra jazz e nuove musiche: Peter Erskine. Classe 1954, ha cominciato la sua carriera ancora teenager con la Stan Kenton Orchestra, ma è conosciutissimo per aver suonato diversi anni in band celeberrime come i Weather Report (cinque i dischi in studio registrati, compreso un premio Grammy Award con 8:30) e gli Steps Ahead di Mike Mainieri. Dotato di straordinaria tecnica e versatilità musicale, è uno dei batteristi più apprezzati e famosi del mondo. Sterminata la sua discografia: Erskine è presente in oltre 600 dischi registrati con, tra gli altri, Jan Garbarek, Gary Burton, Eliane Elias, John Abercrombie, Joni Mitchell, Diana Krall. Come leader, splendida la manciata di album in trio con John Taylor e Palle Danielsson pubblicati negli anni ’90.

Kenny Werner è un’autorevole figura del piano jazz contemporaneo, nonché compositore e arrangiatore. Nativo di Brooklyn, ha dapprima collaborato con Charles Mingus, Archie Shepp e la Village Vaunguard Orchestra. Ha lanciato un proprio trio stabile negli anni ’80, ha lavorato a lungo con Toots Thielemans, è stato partner di Joe Lovano in numerose avventure musicali. Musicista con influenze riconducibili a Bill Evans e Keith Jarrett, è uno pianisti maggiormente dotati di senso della narratività, in particolare dell’abilità di individuare nel corso delle sue esibizioni percorsi musicali non scontati.

Scott Colley, per tecnica e musicalità, è uno dei contrabbassisti più quotati del jazz contemporaneo. Californiano, allievo di Charlie Haden, si è trasferito a New York a fine anni’80. È stato a lungo partner del sassofonista Chris Potter, ha lavorato con Jim Hall e con Toots Thielemans, è stato membro del trio di Herbie Hancock, ha collaborato in seguito tra gli altri con Pat Metheny, Michael Brecker, Antonio Sanchez e Kenny Werner.

Benjamin Koppel  è un sassofonista danese nato nel 1974 in una famiglia di musicisti. Vanta passate collaborazioni con John Scofield, Phil Woods, Dave Douglas, Lee Konitz, Paul Bley e molti altri. In tempi diversi ha conosciuto e lavorato con tutti i compagni di viaggio di questa avventura.

www.petererskine.com
www.kennywerner.com
www.scottcolley.com
www.benjaminkoppel.com

 

Una collaborazione RSI Rete Due – Jazz Cat Club

Diretta radiofonica

 

ART OF THE QUARTET scarica le foto.zip