Arthur 2, al via le riprese della serie più tagliente di sempre

Chi sopravviverà? Naturalmente il regista Nick Rusconi e il protagonista Ettore Nicoletti non si sbilanciano…

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Arthur – Al via le riprese della web serie più tagliente di sempre

Riprese aprile 2021

Diretto da Nick Rusconi

Scritto da Chloe de Souza

Prodotto da Alberto Meroni INMAGINE SA in co-produzione con RSI Radiotelevisione svizzera

Attore protagonista Ettore Nicoletti

Da aprile al via le riprese della seconda stagione di efferati omicidi del serial killer Arthur. La serie, prodotta da INMAGINE SA in co-produzione con RSI Radiotelevisione svizzera, riconferma il cast originale e l’arrivo di nuovi personaggi che si intrecceranno tra inseguimenti e delitti nella cornice della Svizzera italiana. La messa in onda è prevista per l’autunno 2021.

Dopo il grande successo ottenuto dalla web serie nel 2015, premiata sotto molte categorie nei vari Festival a cui ha partecipato e insignita quale miglior web serie del 2016 nel circuito mondiale World Series World Cup, che ha confermato anche l’affetto del pubblico verso questa storia al quale interessano le vicissitudini di Arthur e di Cordelia, si accendono i riflettori e le cineprese per darle un seguito.

Ritroveremo, quindi, il serial killer che avrebbe voluto smettere di uccidere, ma purtroppo non ci è riuscito. Torneranno Atticus, il nano malefico e Zed, alias il killer dello zodiaco che finalmente è uscito allo scoperto.

Cordelia Morel, ex fidanzata di Arthur che deciderà di abbandonare il distintivo e le buone maniere per inseguire la propria vendetta, e l’aggiunta di un nuovo personaggio – l’agente dell’FBI Rey Padilla - ossessionato dal caso di Zodiac - che renderà l’inseguimento ancora più appassionante chissà se poi lui sarà un buono o un cattivo.

Anche le ambientazioni on the road rovesceranno gli equilibri domestici che ci aveva fatto conoscere la scorsa stagione raccontando le abitudini del nostro protagonista nel suo nido, la sua zona di confort, che si era creato per rispondere alle sue esigenze: niente più colazione, niente aspirapolvere, niente proverbiali coperte di Linus. Tutto contribuirà a renderlo spaesato e alla mercé degli eventi e del suo mentore e nemico Zed col quale, nell’ultima puntata, lo abbiamo visto scappare.

La formula di 10 episodi per una durata media di 5-7 minuti resterà invariata, ma la nuova modalità di ripresa in esterna conferirà al progetto un’inevitabile ricchezza visiva e di location rispetto alla prima stagione. “Il team di produzione è pronto, saranno riprese più complicate perché set e pandemia non dovrebbero essere parole da pronunciare nella stessa frase, ma ce la metteremo tutta per cercare di continuare a raccontare le vicende di Arthur” - racconta il regista Nick Rusconi – “E' importante riuscire a realizzare questo tipo di prodotto in Ticino... la narrazione di una serie, come scrittura ma anche come regia, cambia molto rispetto ad un prodotto unico, che si apre e si chiude in 90 minuti. E quando si tratta di una serie web ci sono ancora altri fattori da tenere in conto: chi guarda lo fa in qualunque situazione, con tantissime distrazioni e altre cose da cliccare. È un linguaggio più immediato, e montaggio, musiche e immagini devono adattarsi. A proposito delle musiche: aspettatevi anche in questo ambito delle belle novità. Per colori, ambientazioni e costumi abbiamo cercato di non collocarlo troppo, in modo da incanalare l'attenzione di chi guarda sulle situazioni e non sulla riconoscibilità dei luoghi”.

Anche Ettore Nicoletti, l’attore di origini italiane, che ha dato un volto al nostro assassino preferito, è pronto ad affilare le lame per le prossime riprese. “Interpretare il personaggio di Arthur è stato davvero unico e stimolante”…” Ho fatto dell’introspezione personale per far emergere il disagio di alcune situazioni vissute per renderlo ancora più credibile, così da entrare nella sua psiche, nella sua lucida pazzia, ma ho imparato a conoscerlo davvero solamente dopo averlo interpretato” - ricordando il suo personaggio Arthur – “Lui è come molti di noi, ha qualcosa di sospeso con il suo Io bambino e nella prossima stagione molti scheletri del suo passato verranno alla luce e si avranno così delle risposte a quelle domande poste 6 anni fa. Arthur affronterà quindi un viaggio, non solo metaforico, di andata e ritorno dall’inferno, da predatore a preda, e ne uscirà cambiato”. “Tutto il cast si rimetterà all’opera” – continua Nicoletti – “per dare ai fan il sequel che meritano e per chi, invece, la guarderà per la prima volta... beh, tutto potrà accadere e sarà sicuramente invogliato a scoprire la prima stagione!”

Insomma, tra cadaveri, sangue, inseguimenti e un pizzico di ironia la nuova stagione sarà ancora più dinamica e sconvolgente.

Chi sopravviverà? Lo scopriremo il prossimo autunno.

Rivedi qui le puntate della prima stagione.