(© ASPI)
mag 23
mag 25

Prima che accada!

Da lunedì 23 a mercoledì 25 maggio, Palazzo dei Congressi, Lugano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per celebrare il 30° anniversario dalla sua nascita, ASPI - Fondazione della Svizzera italiana per l'Aiuto il Sostegno e la Protezione dell'Infanzia organizza Prima che accada!, il terzo congresso internazionale sulla prevenzione degli abusi e dei maltrattamenti sui minori.

L’obiettivo principale del congresso è di contribuire concretamente alla sensibilizzazione e alla formazione di tutta la popolazione alla tematica della prevenzione primaria della violenza sui bambini, coinvolgendo quanti più possibili target della società .

Come affermato sia dal Comitato ONU per i Diritti dell’infanzia, sia dalle strategie INSPIRE dell’OMS, infatti, il successo della diffusione di programmi e di servizi di prevenzione primaria evidence-based dipende dalla collaborazione tra più settori e parti della società: dai dipartimenti responsabili dell’istruzione, della sanità, della giustizia, delle finanze e dell’assistenza sociale alle organizzazioni della società civile, come associazioni professionali e del tempo libero, religiose, accademiche, fondazioni e ONG. Senza dimenticare il ruolo dei privati e delle famiglie, nonché di tutti i media.

L’accento sarà posto sul concetto di prevenzione primaria, definita come quell’insieme di interventi e attività – scientificamente comprovati – che consentono ai bambini e a tutti gli attori coinvolti nella loro crescita e nel loro sviluppo, di acquisire degli strumenti e delle competenze di vita, per saper riconoscere, proteggersi/difendersi da potenziali situazioni di qualsivoglia tipo di violenza.

Giorno dopo giorno, il congresso accenderà i riflettori su un ambito specifico della società, con l’idea di completare una sorta di tour di un villaggio immaginario in cui, di volta in volta, si andrà a bussare alla porta di uno di questi ambiti: politica, istituzioni, media e società civile per il primo giorno, tempo extra-scolastico per il secondo con particolare attenzione sulla prevenzione nei settori dello sport, della disabilità e dell’ambito ecclesiastico; infine la scuola e la famiglia per il giorno conclusivo. Senza dimenticare il grande pubblico (famiglie e altri interessati) a cui si dedicheranno in particolar modo due conferenze serali il lunedì e il martedì.
Le conferenze – ad eccezione di quelle serali che si terranno solo in lingua italiana – saranno disponibili nelle tre lingue nazionali: la traduzione simultanea sarà infatti garantita in francese, tedesco e italiano.
Tutta la Svizzera e le regioni limitrofe, nonché tutti gli altri interessati, sono invitati a partecipare.

RSI è Media Partner del congresso

 

Correlati