Giornata della memoria

Una programmazione speciale

CINE TELL 21 gennaio LA2 ore 21:05

Il caso Grüninger

Prima TV - Film drammatico di Alain Gsponer

Produzione: C-Films AG, SRF Schweizer Radio und Fernsehen (CH/A/D 2014)

Con: Stefan Kurt , Max Simonischek, Anatole Taubman, Helmut Förnbacher, Ursina Lardi, Robert Hunger-Bühler

 

Febbraio 1939: la Svizzera chiude le frontiere ai rifugiati ebrei, centinaia di persone che tentano di lasciarsi alle spalle gli orrori del Nazismo e dell’antisemitismo imperante nei rispettivi stati. Un giovane e ambizioso ufficiale, Robert Frei, viene incaricato di indagare su alcune irregolarità che paiono coinvolgere la polizia doganale di San Gallo. E’ così che conosce il capitano Paul Grüninger, responsabile di permettere a folti gruppi di rifugiati di oltrepassare i confini e salvarsi la vita, incurante delle disposizioni nazionali. E’ una questione di coscienza. Chiudere gli occhi è umanamente impossibile: fin dove si è disposti a spingersi pur di non disonorare la propria divisa?

Il toccante ritratto di un uomo che si è rifiutato di girarsi dall’altra parte, un affresco quanto mai moderno su un connubio apparentemente irrisolvibile: quello tra ragion di stato e coscienza civica.

 

IL FILO DELLA STORIA 22 gennaio LA1 ore 22:30

Carl Lutz: l’eroe dimenticato

di Daniel von Aarburg

Verso la fine della Seconda Guerra Mondiale, il diplomatico svizzero Carl Lutz, dell'Ambasciata svizzera a Budapest, riesce a salvare decine di migliaia di ebrei ungheresi da morte certa. In Ungheria, nel 1944, la persecuzione degli ebrei era in pieno svolgimento. Sfruttando la sua posizione, Lutz decide di correre il rischio e sottrae al macabro destino tra i 50'000 e i 70'000 ebrei ungheresi. Al termine della guerra, fa ritorno a Berna con la sua compagna e sua figlia, ma invece di essere accolto a casa come un eroe, Lutz viene indagato per aver abusato della sua autorità. Combatterà aspramente fino alla morte, invano, per riconquistare la reputazione perduta. Le sue azioni sono rimaste a lungo sconosciute ai più, ma attraverso le parole di Agnes Hirschi, la sua figliastra ungherese, riscopriamo l'incredibile storia di Carl Lutz e i luoghi della vicenda. Al racconto di Agnes si aggiungono le dichiarazioni di testimoni provenienti da tutto il mondo, sopravvissuti all'Olocausto grazie al diplomatico svizzero. Materiale fotografico e pellicole 16 mm di Carl Lutz di quel tempo arricchiscono il documentario di preziose immagini autentiche.

 

Chi era Carl Lutz? Un videobook lo racconta. Installalo da AppStore o Googleplay

 

Seguici con