Il filo della storia
giovedì 26/03/20 22:25

Gulag

LA 1, giovedì 26 marzo, 22:30

Documentario di Michaël Prazan

Gulag: un termine che evoca le grandi purghe nell'Unione Sovietica di Stalin e il sistema dei campi di lavoro forzato instaurato durante il regno del terrore bolscevico sin dagli anni '20. Una realtà alla quale il premio Nobel per la letteratura Aleksandr Solzenicyn ha dedicato il suo celeberrimo "Arcipelago Gulag". Assia Kovrigina, nipote di Samuel Shnapir, intellettuale ebreo ed ex giornalista della Pravda internato in Siberia, ha deciso di andare alla ricerca delle loro tracce. Ne è nato così un documentario che indaga la storia attraverso la memoria del nonno scomparso. Il documentario di Michaël Prazan lungo la famigerata "strada delle ossa", costruita dai forzati spesso a costo della loro stessa vita, è una sorta di "road movie " nato dalla necessità di capire e di ricostruire attraverso le testimonianze. Immagini e documenti d'archivio, spesso inediti, si alternano a interviste che danno voce a storici, superstiti, difensori dei diritti dell'uomo e esponenti di musei e di associazioni che si battono affinché la memoria dei Gulag non vada perduta. Nei Gulag trovarono la morte tra il 1930 e il 1960 decine di milioni di persone: le cifre variano fra trenta e sessanta milioni. Una realtà dolorosa, dapprima negata, ma che oggi non fa più paura, tanto che a Mosca è stato addirittura inaugurato un museo dedicato alla storia di uno dei capitoli più bui della storia del paese.

#DistantiMaVicini

Seguici con
Altre puntate