giovedì 14/05/15 22:35

Just a shot: l’immagine dell’assassino

Di Lucio Mollica

Milano, Via De Amicis, 14 maggio 1977, anni di piombo. Un corteo si trasforma in guerriglia urbana. Tra i manifestanti alcuni sono armati. Antonio Custra, sottufficiale della polizia, viene colpito alla testa da un proiettile e il giorno successivo muore.

Just a shot, l'immagine dell'assassino ricostruisce le dinamiche di quell'evento partendo da una fotografa, che assieme agli scatti di altri fotografi presenti, diventa la chiave fondamentale per risalire a chi sparò il colpo mortale.

Nell'immagine un ragazzo col passamontagna che spara. La pistola impugnata con entrambe le mani, le braccia tese, le gambe larghe. Una fotografa che racchiude in uno scatto, un'intera epoca.

Le indagini portarono alla luce un rullino tenuto nascosto per anni e attraverso il quale Mario Ferrandi è stato identificato come autore del colpo fatale. “La vicenda di Via De Amicis è innanzitutto una storia di fotografi e fotografie.” E sono proprio i fotografi presenti quel giorno: Dino Fracchia, Paolo Pedrizzetti, Paola Saracini, Marco Bini a ricostruire attraverso i loro ricordi, gli eventi più caldi di quella cupa stagione; assieme alla testimonianza della figlia di Custra, e del suo incontro con Mario Ferrandi.

Le storie di Storie: Jullay Mara Lay

Seguici con
Altre puntate