giovedì 10/12/20 22:30

Ku Klux Klan - Una storia americana / 1

LA 1, giovedì 10 dicembre 2020

Un impero invisibile

Documentario di David Korn-Brzoza

Fin dalla sua nascita la storia del Ku Klux Klan è stata inseparabile da quella degli Stati Uniti. Dai dibattiti sulla schiavitù al populismo degli anni Venti, dalla lotta per i diritti civili all'attuale avanzamento dell'estrema destra, il Ku Klux Klan sembra aver sempre incarnato il lato oscuro dell'America. Fondato nel 1865 da un manipolo di ex militari della guerra di secessione americana, il KKK creò presto un regno del terrore tra i neri appena liberati dalla schiavitù. Gli omicidi e i linciaggi si diffusero a macchia d'olio. A Washington, il Congresso lanciò un'offensiva contro quello che fu definito "l'impero invisibile", provocandone la scomparsa nel 1872. Ma il KKK ritornò in auge nel 1915 grazie al film di David W. Griffith "La nascita di una nazione". Sotto l'impulso dei suoi leader, Il KKK incarnò, sempre più, ideali nazionalistici e discriminatori di estrema destra quali il razzismo, l'antisemitismo, l'antipapismo, l'anticomunismo, l'omofobia. Quattro milioni di americani si unirono a quella che divenne una lobby di massa molto influente a livello economico e politico. Ma alla fine degli anni Venti, i dissensi interni, gli scandali e la crisi economica indebolirono il movimento, che scomparve dopo la Seconda guerra mondiale. Fino alla sua successiva rinascita...

Seguici con
Altre puntate