giovedì 03/10/19 22:30

Principi e rivali

LA 1, giovedì 3 ottobre, 22:30

Strategie e poteri in Medio Oriente

Documentario di di Miyuki Droz Aramaki e Sylvain Lepetit

La nuova generazione di Principi, tra i più ricchi e potenti del pianeta, che da alcuni anni guida con pugno di ferro e ostentata rivalità il Medio Oriente, ha imposto un nuovo modo di governare, caratterizzato da un approccio solo apparentemente più aperto, che cela in realtà un potere monarchico particolarmente severo e assoluto. L’emiro del Qatar, Tamin Al Thani, 38 anni e appassionato di sport, è riuscito a sbaragliare tutti gli avversari ottenendo l’organizzazione della Coppa del Mondo di calcio nel 2022, suscitando l’ira di coloro che lo accusano di sostenere gruppi islamisti troppo vicini all’Iran, il nemico di sempre. Mohammed Ben Salman, detto MBS, è invece l’ambizioso principe ereditario dell’Arabia Saudita, cultore di videogiochi, che ha trascinato il Paese in una lunga e sanguinosa guerra nello Yemen. Deciso a diventare l’uomo forte del Medio Oriente, ha trovato un alleato in Mohammed bin Zayed Al Nahyan, 58 anni, soprannominato MBZ, sceicco degli Emirati Arabi Uniti. Stratega militare, quest’ultimo ha trasformato gli Emirati Arabi Uniti nella maggior potenza militare della regione. Se i loro predecessori, ancora legati alle tradizioni delle tribù beduine, gestivano i contrasti con discrezione all’interno delle tende, i nuovi Principi si danno battaglia a colpi di cyber attacchi, embarghi economici e minacce d’invasione. Dalla Penisola arabica agli Stati Uniti, il documentario racconta la storia di queste rivalità, all’origine di una pericolosa crisi senza precedenti nel Golfo, la regione più militarizzata del mondo. Divisioni che destabilizzano anche gli altri Paesi del Medio Oriente, costretti a schierarsi per uno o l’altro campo.

Prova a chiedermelo: Speciale nonni & nipoti

Seguici con
Altre puntate