Monte San Giorgio

Il monte San Giorgio

LA 1, domenica 8 settembre, 18:10

Il Giardino di Albert inaugura la sua quattordicesima stagione in un luogo simbolico per la ricerca scientifica della Svizzera italiana: il Monte San Giorgio. Il monte è Patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2004 grazie al giacimento paleontologico di importanza mondiale che permette di leggere nei suoi strati una storia avvenuta più di 200 milioni di anni fa. Una storia che racconta di una laguna affacciata sul mare della Tetide. Cecilia Broggini e Christian Bernasconi, assecondando la forma dei magazine di questa stagione, sono alle prese con una missione, in questo caso quella di capire come si estraggono e come si leggono i fossili contenuti negli strati rocciosi. Possono farlo contando sull’aiuto del paleontologo Rudolf Stockar, presidente della Commissione Scientifica Transnazionale del Monte San Giorgio e collaboratore scientifico presso il Museo cantonale di storia naturale, recentemente insignito – la prima volta per uno svizzero - del premio Friedrich von Alberti. Fedele al suo carattere di magazine, la puntata non tratta solo di paleontologia, ma presenta anche interessanti contributi sulle ricerche che portano alla selezione di piante resistenti a condizioni estreme, sulla fisica che sta alla base di alcune importanti discipline dell’atletica e anche sulle formiche che ispirano gli studiosi della logistica.

 

Champions League: PSG - Real Madrid

Seguici con