Mondo sommerso: i fiumi

Mondo sommerso: i fiumi

LA 1, domenica 26 maggio, ore 18:10

L’odierna puntata del giardino di Albert è il primo di due appuntamenti speciali che dedichiamo al mondo acquatico. Si tratta di due documentari realizzati da Andreas Moser, biologo, produttore e conduttore di Netz Natur, storica trasmissione della TV svizzera di lingua tedesca che si occupa della natura del nostro paese.

È un’immersione che lascia senza fiato, quella realizzata dai colleghi della redazione di Netz Natur nei fiumi e nei laghi svizzeri, alla scoperta delle sfide che il mondo acquatico si trova ad affrontare. 

Fra i testimoni degli sconvolgimenti subiti dagli abitanti di questo elemento indispensabile: Michel Roggo, fotografo che da oltre trent’anni ritrae paesaggi che si stendono al di sotto del pelo dell’acqua.

I pesci sono in difficoltà in fiumi e laghi inquinati, in acque melmose troppo calde dove faticano a trovare anfratti adeguati dove deporre le uova.

L’uomo interviene così una seconda volta: dopo aver sconvolto i delicati equilibri che regolano la vita dalla superficie agli abissi, pone rimedio artificialmente, allevando le larve nei vivai per poi rilasciarle nel loro ambiente naturale. Una soluzione che talvolta sembra rispondere a esigenze umane piuttosto che ittiche.  

La produzione di energia pulita, grazie alle centrali idroelettriche, ha un impatto importante sulle arterie vitali che scorrono attraverso le Alpi: fiumi il cui respiro naturale viene mozzato, lasciando spesso in secca i suoi abitanti. 

Nonostante il quadro non proprio esaltante, l’aumentata sensibilità per l’importanza che la natura riveste per l’uomo, ha portato negli anni a un netto miglioramento per i pesci. Si vuole regolamentare l’uso dei pesticidi nell’agricoltura, ma soprattutto si è proceduto alla rinaturazione di diversi corsi d’acqua. Le sfide sono diverse e notevoli, per riportare almeno nell’acqua, culla della vita, un equilibrio sano fra uomo e natura.

Ogni venerdì in prima serata: Patti chiari

Seguici con