Agricoltura urbana

Agricoltura urbana

di Davide Conconi e Elia Regazzi

È nato come “progetto mais”, ma il mais è solo una delle molte specie coltivate a Locarno nell’ambito di un particolare esperimento di agricoltura urbana. Di fronte al Centro professionale tecnico di Locarno e a fianco della superstrada di accesso alla città, il comune di Locarno ha messo a disposizione una parcella di terreno non idonea alla coltivazione. Le associazioni di quartiere, gli allievi della scuola speciale cantonale e molti volontari hanno provveduto a trasformarla in un orto urbano molto produttivo. Pierluigi Zanchi, tecnico in nutrizione umana, è l'ideatore dell’esperimento e il riferimento tecnico-scientifico dell’operazione agronomica e sociale. Gli ortaggi e i numerosi dati raccolti ci restituiscono l’immagine di una coltivazione intensiva, molto produttiva, senza l’utilizzo di acqua per l’irrigazione, pesticidi e fertilizzanti.

Seguici con