La dieta del cormorano

La dieta del cormorano

di Davide Conconi e Simon Brazzola

La biologa Silvia Gandolla conosce molto bene i cormorani. Nel 2008 si era avvicinata a questi uccelli ittiofagi in occasione della realizzazione del suo master. Una ricerca che aveva l’intenzione di chiarire il regime alimentare, seguendo, pasto dopo pasto, gli uccelli che stazionavano sul lago Ceresio. Nel 2010, su mandato dell’Ufficio cantonale della caccia e della pesca, ripeté l’operazione, dando origine a una serie di dati interessantissimi perché paragonabili con la ricerca precedente.

In questo servizio infine, l’abbiamo seguita sulle rive del lago Verbano, dove ha analizzato la dieta dei cormorani che popolano il dormitorio delle Bolle di Magadino.

I cormorani, in compagnia di altri uccelli ittiofagi, sono spesso indicati fra le cause principali del declino di alcune specie di pesci nei nostri laghi. Tuttavia, anche se per realtà particolari come pescicolture commerciali e tratti di fiume fortemente perturbati si può dimostrare un impatto significativo della predazione da parte dei cormorani sulle popolazioni ittiche, per quanto riguarda in generale le popolazioni di pesce dei laghi, le ricerche di Silvia Gandolla indicherebbero una realtà un po’ diversa…

Seguici con