Le onde – nuova fonte di elettricità

Le onde – nuova fonte di elettricità

di Valérie Seynaeve

Waveglider: tradotto letteralmente “l’aliante dell’onda”. Ma che cos’è? È sostanzialmente un robot galleggiante, in grado di solcare gli oceani per migliaia di chilometri senza alcun rifornimento d’energia esterno. È dotato di molteplici sensori capaci di eseguire dei rilievi scientifici mirati: ad esempio misurare l’impatto di un vulcano sulla composizione chimica dell’acqua, monitorare il traffico marino, rilevare il canto delle balene, … non c’è virtualmente limite alle possibilità d’impiego di questo piccolo-grande gioiello della tecnologia, sviluppato dall’ingegnere statunitense Robert Hines e il suo team. Il waveglider  comunica, monitora, naviga ed è la dimostrazione galleggiante di come sia possibile sfruttare il moto ondoso per produrre energia pulita, grazie a un ingegnoso sistema di generazione azionato da apposite pale. Il record attuale è di 7'205 miglia nautiche (ca. 13'344 km) per una permanenza non-stop in acqua di 213 giorni, ma probabilmente potrebbe macinarne molti di più.

 

Ogni giovedì in prima serata: Falò

Seguici con