domenica 24/11/19 10:30

Archi dentro e fuori la classica

LA 1, domenica 24 novembre, 10:30

Nel rimescolamento di generi, tecniche e strumentazioni che sta caratterizzando la musica degli ultimi decenni una certezza, tra le poche, è rimasta intatta: se vuoi imparare il violoncello puoi farlo solo in ambito classico. Poco importa che poi quello strumento lo si trovi oggi regolarmente nel jazz, nel pop o nel folk: la sua essenza è rimasta classica.

Cercando d’indagare questo dato di fatto – ed estendendo l’indagine a tutta la famiglia degli strumenti ad arco – Paganini dedica la puntata del 24 novembre proprio a quelle quattro fatidiche corde strofinate da un archetto.

Dapprima con degli estratti dal concerto alla Sydney Opera House realizzato dai 2Cellos: il duo di origine classica più iconoclasta e trascinante dell’ultimo decennio. Tra melodie classiche e celebri temi di colonne sonore la loro performance è un climax emotivo che culmina in un vero e proprio apice rock, trascinando l’intero pubblico in un tripudio collettivo.

Anche Mattia Zappa – noto violoncellista locarnese e membro stabile della maggiore orchestra svizzera, la Tonhalle di Zurigo – da diverso tempo coltiva passioni e interessi non solo classici, e poco più di un anno fa (a inizio novembre 2018) è stato protagonista nella tappa svizzeroitaliana del progetto nazionale Purple nights: un’idea sviluppata dalla SSR per portare la musica classica nei luoghi solitamente dedicati ad altri generi. Al Living Room di Lugano si era così esibito, assieme al chitarrista Admir Doçi, in un perfetto connubio di generi musicali assai diversi.

Capovolgendo la prospettiva sin qui descritta – per cui la musica classica prova ad avvicinarsi al pop – l’ultimo contributo della puntata dimostra che anche il percorso inverso è possibile. È infatti quello che è capitato lo scorso mese di febbraio al cantautore bellinzonese Sebalter, che al LAC di Lugano ha presentato una versione del proprio repertorio arrangiata assieme all’Orchestra della Svizzera italiana. Il rock si è quindi fatto classica, in quell’occasione, per un progetto ricco di sfide e soddisfazioni che il regista Fabio De Luca ha raccontato in un documentario che viene presentato in prima diffusione assoluta.

Wilder

Seguici con
Altre puntate