domenica 07/04/19 10:30

Fra Montreux e la New York di Ella Fitzgerald

LA 1, domenica 7 aprile, 10:30

«Salve, è un piacere incontrarla di nuovo!»

«Buongiorno a lei!»

«Cosa fa ora, nella vita?»

«Il chitarrista.»

«No, ma io intendevo cosa fa di lavoro, il lavoro quello vero!»

Ormai è diventato uno scherzo ricorrente – addirittura tra gli stessi musicisti – quello di riproporre la tanto nota scenetta: quella che rappresenta il comune e normale scetticismo attorno alle possibilità di una professione musicale.

Paganini ha deciso di farla propria – con un certo sorriso – per la puntata del 7 aprile prossimo, però scegliendo di sovvertirla fin dalle fondamenta. Innanzitutto invitando come ospite Luca d’Elia: un jazzista – attualmente professore alla SUPSI – che da musicista e coach insegna ai manager delle qualità tutte musicali utilissime nei più alti consessi dell’amministrazione societaria o finanziaria. L’esatto contrario della disoccupazione cronica.

In secondo luogo perché verrà diffuso il documentario Spirit of Music di Francesco Cesalli, una produzione RTS che nel 2016 ha gettato uno sguardo retrospettivo sulla manifestazione musicale più importante di tutta la Svizzera: il Montreux Jazz Festival. Un unicum di successo culturale e imprenditoriale creato, voluto e plasmato dal vulcanico Claude Nobs.

Di disavventure varie – tra gli orfanotrofi e i quartieri malfamati di New York – Ella Fitzgerald ne visse parecchie, ma nessuno mise mai in dubbio che il suo mestiere potesse essere qualcosa di diverso dal canto. Sin da quando, a diciassette anni, debuttò all'Apollo Theater di Harlem. Tra i grandissimi e ricorrenti ospiti del Montreux Jazz Festival ci fu anche lei, e Paganini ha scelto di riproporre lo storico concerto in trio del 1975.

s# - Montreux Jazz Festival - Spirit of music - Ella Fitzgerald in concerto# - Montreux Jazz Festival - Spirit of music - Ella Fitzgerald in concerto

Seguici con
Altre puntate