domenica 28/04/19 10:30

La musica per film

LA 1, domenica 28 aprile, 10.30

Se si pensa alle intersezioni tra la “grande storia del cinema” e la Svizzera italiana, i primi (e quasi esclusivi) pensieri corrono al Festival del film di Locarno e ai suoi illustri 72 anni di storia. Ma a ben guardare si può risalire a dieci anni prima, a quel 1936 che vide Charlie Chaplin realizzare uno dei suoi massimi capolavori: Tempi moderni. Accanto al geniale attore c’era infatti – nel ruolo della monella – colei che sarebbe diventata la sua compagna per otto anni: Paulette Goddard. Attrice dalla bellezza proverbiale che – una volta unitasi allo scrittore Erich Maria Remarque – si sarebbe trasferita a Ronco sopra Ascona, dove visse per 32 anni.

Non si esagera quindi se si dice che trasmettendo Tempi moderni si rievoca un pezzo di storia della nostra regione. Ed è con questa malcelata fierezza che Paganini lo farà nella puntata del prossimo 28 aprile, trasmettendo una versione del tutto speciale del capolavoro chapliniano. Assodato infatti che Chaplin fu sia autore, sia attore, sia regista di Tempi moderni, è doveroso ricordare che fu anche compositore dei temi musicali del film. E proprio in quest’ottica l'Orchestre de Chambre de Genève ha recentemente realizzato una produzione che sottolinea l’importanza della musica, con l’orchestra diretta da Philippe Béran che suona dal vivo accompagnando le immagini del film.

Attorno al grande tema della musica per film – e in particolare della musica per i film muti – si svolge anche il primo contributo della puntata, vale a dire il cortometraggio francese del 1907 L'assassinio del duca Enrico di Guisa, che poté giovarsi di una colonna sonora composta ad hoc dal grande Camille Saint-Saëns.

Serata tematica: Leonardo, genio immortale

Seguici con
Altre puntate